Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Una trasferta a Dubai ricca di soddisfazioni per Elisabetta Mijno, argento e bronzo paralimpico rispettivamente a Londra 2012 e Rio 2016: la torinese, reduce dal Fazza Para-Archery World Ranking Tournament, ha infatti conquistato un oro e un bronzo, entrambi nell’arco olimpico. Alla competizione ha partecipato anche il novarese Roberto Airoldi.

Decisamente trionfale il percorso dell’atleta tesserata per Fiamme Azzurre e Arcieri Delle Alpi nella gara mista a squadre insieme a Stefano Travisani: dopo aver sconfitto Iraq ai quarti e Corea del Sud in semifinale, la coppia ha infatti avuto la meglio sulla Gran Bretagna per 5-4 allo “shoot-off”; la vittoria è arrivata al termine di una gara senza esclusione di colpi, con le due squadre a rincorrersi set dopo set.

Mijno è poi salita sul gradino più basso del podio nella gara individuale. Decisiva, dopo essersi piazzata al primo posto in fase di qualificazione e aver superato ai quarti la giapponese Nakashini, la sconfitta in semifinale contro la britannica Chaisty. Nella finale per il terzo posto, l’Azzurra ha poi superato la sudcoreana Moon.

Per la campionessa torinese il prossimo appuntamento importante sarà ad Olbia, dal 29 aprile al 5 maggio, con la Para-Archery European Cup, mentre le prime carte per la qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 verranno giocate nella prima settimana di giugno durante i Mondiali in programma in Olanda.

Categories: News, Sport&Disabilità

Comments are closed.