La Salute in Comune - 2015

Pallacometa, un gioco-laboratorio per l’integrazione

Il secondo pomeriggio di attività a La salute in Comune 2015 ha visto protagonisti la Cooperativa Sociale Chronos e il Consorzio R.I.S.O. che, con Pallacometa, hanno riunito un buon numero di partecipanti.

Pallacometa è un gioco/laboratorio che nasce all’interno dei Centri Diurni del Consorzio R.I.S.O.  si sviluppa in due fasi: la prima, laboratoriale appunto, vede le persone impegnate nella costruzione di una palla con farina, stoffa e spago; la seconda, di gioco, prevede il lancio della palla appena costruita quasi a richiamare le movenze di un torneo medievale.

L’obiettivo di questo gioco/laboratorio è non solo didattico e ricreativo ma anche – e soprattutto – quello di offrire un momento di integrazione tra grandi e piccini, abili e disabili.

Post precedente

La Salute in Comune 2015: l'inaugurazione

Prossimo post

Violenza sulle donne: la parola al Centro Antiviolenza di Torino

The Author

Manuela Pavia

Manuela Pavia

Ciao, sono Manuela J. collaboratrice della redazione multimediale per la comunicazione sociale del servizio Passepartout. Nel raccontarmi vi confesso che fin da bambina ho avuto una spiccata predisposizione per l’arte, questo mi ha portata crescendo a seguire un percorso di studi nel settore! A seguito della mia scelta di Servizio Civile, che ho svolto come educatrice presso l’oratorio Salesiano San Luigi, la mia formazione da li in avanti verte su una scelta più di tipo sociale/educativo. Partecipo come volontaria a diverse associazioni, tra cui A.V.O, Croce Rossa Italiana, ecc… A seguito di un incidente a cavallo nel 2011, entro nel mondo della disabilità, da qui la scelta di rimettersi in gioco; partecipo alle selezioni e supero un concorso di Borsa Lavoro indetta dal Servizio Passepartout del Comune di Torino. Conosco così l’associazione VolonWrite, dove trovo un ambiente giovane ed energico, mi appassiono così sempre più alla comunicazione sociale. Oggi si parla molto di inclusione sociale, di non discriminazione e di diversità…

Per me ogni individuo è diverso dall’altro perché è nella sua natura la sua splendida unicità, la disabilità è una “diversa” condizione di vita, penso però che ogni persona ha delle capacità che devono essere sviluppate e delle lacune che possono essere colmate!
M.J.P.

Che cos’è la diversità…? […]«E' grave voler essere tutti uguali, perché questo significa forzare la natura, significa andare contro le leggi di Dio che, in tutti i boschi e le foreste del mondo, non ha creato una sola foglia identica all'altra.» Paulo Coelho