PAV – Parco Arte Vivente

I ragazzi di Volonwrite!

C’era una volta un gruppo di ragazzi, disabili e non, con esperienze di vita completamente diverse, con credo differenti e ambizioni variegate: ciò che li accomunava, però, era un legame profondo di amicizia e di rispetto, dinnanzi al quale ogni diversità crollava. L’Associazione Volonwrite è il risultato di questo rapporto di coesione, che vede i suoi membri impegnati in un obiettivo comune: quello di comunicare a 360°, raccontando con voce nuova, vivace e consapevole tutto ciò che riguarda il mondo della disabilità e, in generale, del sociale.  Dopo anni trascorsi tra video, interviste, programmi di conduzione radiofonica, articoli ed eventi, il 2015 segna per Volonwrite un nuovo traguardo: l’arrivo  dell’Arte. Il progetto di Arte Accessibilenasce dalla curiosità dei ragazzi di sperimentare le realtà che i bellissimi Musei di Torino offrono per le persone con disabilità: all’interno di questi edifici artistici, infatti, sono racchiuse opere di valore inestimabile facilmente fruibili ma talvolta sconosciute, accompagnate spesso da laboratori specifici che gli stessi Musei offrono al pubblico. Insomma, un’Arte come non l’avete mai vista prima! E’ con entusiasmo che i ragazzi di Volonwrite, professionisti e non, si sono addentrati alla scoperta di quei Musei e di quelle Fondazioni che, gentilmente, li hanno ospitati e a cui va un caloroso ringraziamento.

“Prendi l’Arte e…entra a farne parte!”

Il PAV visto dall’alto

 

Inaugurato nel 2008 il PAV è un Centro sperimentale d’arte contemporanea concepito dall’artista Piero Gilardi e sviluppato con l’architetto paesaggista Gianluca Cosmacini.

Il PAV comprende un sito espositivo all’aria aperta e un museo interattivo inteso quale luogo d’incontro e di esperienze di laboratorio rivolte al dialogo tra arte e natura, biotecnologie ed ecologia, tra pubblico e artisti.
Il Parco Arte Vivente s’inserisce nel sistema museale cittadino con una sua specificità: l’analisi e la sperimentazione dell’Arte del vivente, in quanto luogo di scambio, d’incontro e di ricerca sulle istanze artistiche contemporanee.

Il PAV, 23.000 mq di parco con installazioni artistico-ambientali e spazio espositivo interno, propone attività artistiche, culturali e laboratoriali la cui metodologia tiene conto di due sostanziali prassi di lavoro: la conduzione di workshop da parte degli artisti presenti nell’ambito dell’Art Program e le azioni di laboratorio che si addentrano nella processualità, struttura e sintassi dell’opera d’arte.

Le attività educative e formative, curate da Orietta Brombin, prevedono il coinvolgimento del pubblico in workshop e seminari condotti dagli artisti stessi, oltre a un programma aperto a tutti, con visite guidate, stage di formazione per insegnanti, operatori e studenti di tutte le età e per il pubblico adulto.

Il programma propone itinerari di conoscenza teorica, workshop e laboratori in collaborazione con esperti di varie discipline, fornendo mezzi e materiali per vivere un’esperienza personale ricca di stimoli cognitivi, emotivi ed espressivi.

L’impianto teorico e progettuale del PAV considera, l’accoglienza di tutte le persone nella loro totalità psicofisica: sono previsti itinerari mirati all’utilizzo dell’arte contemporanea come strumento di promozione, crescita e comunicazione, sia nel campo delle difficoltà intellettive, psichiche e fisiche, sia nel campo dell’intercultura.

Grazie a questa impostazione, le persone con disabilità sono una parte importante dei visitatori intesi come “comunità attiva” che partecipa, con continuità, ai programmi di laboratorio per il pubblico.

L’attenzione alla più ampia accessibilità si esprime anche e soprattutto attraverso la programmazione delle attività per le scuole e il pubblico in generale; è infatti adatta a chi ha problemi psico-fisici poiché ogni singolo laboratorio è declinabile a seconda delle varie necessità percettive, cognitive e relazionali.

Visionate la video-intervista girata dall’Associazione Volonwrite per saperne di più!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *