News

Perché la severità fa male ai teenager con ADHD

I sintomi dell’ADHD (sindrome da deficit di attenzione/iperattività) diminuiscono progressivamente nel periodo adolescenziale. Ma continuare ad essere ipercritici e severi nei confronti dei ragazzi in quest’età delicata rischia di compromettere la naturale scomparsa del disturbo. È questa, in sintesi, la conclusione dello studio dell’American Psychological Association, pubblicato nel Journal of Abnormal Psychology. Secondo l’analisi, condotta intervistando un gruppo di mamme e papà e osservando la progressione della sindrome nei loro figli, sgridare eccessivamente gli adolescenti con ADHD per la loro impulsività non fa altro che ostacolare la regressione della malattia. Con gravi conseguenze sul piano emotivo e sociale in età adulta

Fonte: west-info.eu

(s.c./mjp)

Post precedente

Mi vedono con le stampelle e non mi considerano disabile

Prossimo post

Lara Casalotti può finalmente sorridere, trovato un donatore di midollo: «Sono stata fortunata»

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?