La Salute in Comune - 2014

Psicologi nel Mondo…a Torino

psicologotriagePsicologi nel Mondo Torino, spiega il Dottor Alfredo Mela, è un’associazione che fa parte della Federazione Italiana di Psicologi per i Popoli. Essa si occupa in generale di psicologia dell’emergenza (ha partecipato per esempio ai campi in Abruzzo e in Emilia Romagna); all’interno della Federazione, Psicologi nel Mondo è specializzata nell’ambito della cooperazione internazionale.

L’Associazione ha iniziato la sua attività aderendo ad un progetto di collaborazione in comunità situate nel Centro-America (a Salvador) e in Messico. In particolare presso Salvador si occupa di “psicologia di comunità”, ovvero di accompagnare una gruppo di persone nel migliorare le proprie condizioni di benessere psicologico, affiancando altre èquipe che si concentrano sugli aspetti medici, gruppi, istituzioni, organizzazioni non governative locali.

Psicologi nel Mondo interviene nell’ambito scolastico per favorire l’integrazione di persone con disabilità, nella prevenzione della criminalità organizzata tra i giovani e in molte altre realtà. Le comunità ove opera l’Associazione sono collettività fortemente colpite dalla guerra civile degli anni ’80, pertanto vi abitano molte persone che riportano traumi importanti legati a questo passato.

Dopo diversi anni di esperienza di carattere internazionale, Psicologi nel Mondo ha riflettuto sul fatto che molti problemi presenti all’estero si ritrovano anche presso il nostro Paese: l’Associazione quindi ha iniziato ad occuparsi in Italia del tema dell’ immigrazione, collaborando con un progetto chiamato NarrAzioni in cui si è cercato di radunare un certo numero di persone migranti intenzionate a svolgere un ruolo di leadership nell’ambito della comunità, alla ricerca di un benessere psicologico condiviso. Questo progetto è terminato con un percorso di teatro.

Da un anno a questa parte, inoltre, Psicologi nel Mondo si occupa anche di rifugiati e di richiedenti asilo, in collaborazione con l’Associazione Mediare, capofila dell’iniziativa: insieme hanno ottenuto il sostegno psicologico nel quadro del Progetto Accordo del Comune di Torino.

E’ da un anno che danno supporto psicologico a rifugiati ed asilo ai  titolari di permesso di soggiorno per motivi umanitari, accolti in questo programma.

Nel 2013-2014 ha sostenuto circa 65 persone rifugiate, con problematiche differenti e anche qui si è riscontrata la presenza di traumi importanti: spesso chi si rivolge a loro dichiara problemi di carattere fisico, insonnia, ansia, depressione, inadattamento al cibo. In realtà, dietro questi sintomi somatici vi sono lesioni psicologiche derivate dal passato e dal difficile presente che vivono i rifugiati in Italia, come l’incertezza del futuro, la famiglia lontana, lo sradicamento dal Paese di origine, i terribili ricordi del viaggio.

Le problematiche di chi si rivolge all’Associazione sono molto diverse tra loro: qui sono ricevute persone segnalate dall’ufficio Stranieri del Comune di Torino e da educatori e operatori impiegati nelle strutture residenziali che li accolgono. Per i rifugiati infatti non vi è stato un vero e proprio progetto ad hoc: le prime criticità da risolvere sono inizialmente di tipo pratico, ma spesso è proprio quando tutto sembra appianato che emergono reazioni di stress, di instabilità dovuta al vivere tra due culture completamente diverse riguardo concezioni religiose e di sanità.

Nei prossimi mesi, in collaborazione con l’associazione Mediare, Psicologi nel Mondo si impegnerà nel Progetto “Masnà”, per i minori non accompagnati.

Per Associazione Volonwrite
Claudia Cespites

 

Post precedente

GrIS - Gruppo regionale Immigrazione Salute... in Comune!

Prossimo post

Una rete per Torino: il Progetto Prisma

The Author

Giada Morandi

Giada Morandi

Ho inseguito tutti perchè si descrivessero, adesso però non ho più scuse… tocca a me!

Che dire?

Psicologa per passione, letteralmente inciampata nel mondo della comunicazione sociale nel 2007, grazie ad una borsa lavoro per persone con disabilità fisico-motoria presso il Servizio Passepartout del Comune di Torino.

In carrozzina da sempre (o quasi, ma mi sembra che la mia vita sia cominciata da lì!) oggi mi occupo di alcune attività legate al Progetto Prisma del Comune di Torino e della gestione di questo pazzo, colorato, vivace, allegro gruppo di ragazzi di Volonwrite.

….ma la prossima volta che ci viene in mente di aprire una sezione chi siamo sul sito, andiamo a berci un caffè?

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *