News

Punta sulle Espressioni Differenti, per crescere insieme

Come diceva sempre il nostro Presidente Vincenzo Langella, occorre superare il concetto di integrazione sociale per introdurre prepotentemente quello di coesione sociale, più orizzontale e partecipato, inclusivo e aperto ad accogliere la diversità in quanto tale e ad accettarne le sfumature. Espressioni Differenti, progetto di Servizio Civile Nazionale del Comune di Torino dedicato alle persone con disabilità, realizza  il cambiamento di prospettiva che Vincenzo aveva sempre evocato.

Se state cercando un’esperienza che vi cambi, davvero, la vita (come il Servizio Civile Nazionale da sempre si auspica nel suo slogan), Espressioni Differenti è quello che fa per voi. Questo progetto unisce la forza dell’espressione sociale istituzionale, rappresentato dal Servizio Passepartout del Comune di Torino e da Motore di Ricerca, alla spinta propulsiva dell’associazionismo, rappresentata da Associazione Verba; inoltre contribuisce in modo decisivo ad accelerare quel cambiamento culturale sulla disabilità da sempre auspicato ma mai pienamente realizzato. Una visione nuova che vede nelle pari opportunità, nella collaborazione e nello sviluppo di attività e progetti condivisi i valori e gli strumenti necessari per rafforzare il concetto di coesione sociale.

Espressioni Differenti si articola, come già anticipato, in tre destinazioni differenti: Passepartout – Servizi Integrati per la disabilità fisico-motoria (4 posti disponibili), Motore di Ricerca – Comunità attiva (4 posti disponibili) e Associazione Verba (2 posti disponibili) per il supporto a persone con disabilità in situazione di particolare fragilità. Gli obiettivi, come specificato nel bando (Copr_ Espressioni differenti- Scheda), si articolano in quattro punti: sviluppare competenze e abilità legate alla sfera della creatività e del talento artistico come strumento di crescita persona ed emancipazione verso l’autonomia, migliorare l’informazione e il dialogo con i cittadini disabili assicurando le migliori condizioni di accesso ai servizi informativi, rafforzare e promuovere maggiori occasioni di integrazione sociale sostenendo percorsi di emancipazione e autonomia delle persone con disabilità riconoscendo e valorizzandone le potenzialità e promuovere la cultura della reciprocità e della sussidiarietà attraverso sensibilizzazioni, eventi e seminari.

Gli enti organizzatori provvederanno a fornire la formazione specifica necessaria alla comprensione del contesto, del funzionamento degli organi e delle varie attività da svolgere. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per giovedì 30 giugno alle ore 14;  ricordiamo, inoltre, che le domande dovranno essere inviate esclusivamente al servizio presso il quale si intende proporre la propria candidatura.

Servizio Passepartout

Settore Disabili Comune di Torino: Oriana Elia oriana.elia@comune.torino.it ,
Maria Cristina Acciarri 01101128009 mariacristina.acciarri@comune.torino.it
Via San Marino, 10 Torino 01101128081 pec:gioventu@cert.comune.torino.it

Associazione Verba

Giada Morandi
Via San Marino, 10 Torino 01101128007 giada.morandi@collaboratori.comune.torino.it
ass.verba@libero.it

Motore di ricerca

Settore Disabili Comune di Torino Via Carlo Ignazio Giulio, 22 Torino-Ufficio 28
Orario: dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 12.30
Giovanni Calabrese 01101125333 – giovanni.calabrese@comune.torino.it ,
Patrizia Ventresca 011011 25494 – patrizia.ventresca@comune.torino.it
pec:gioventu@cert.comune.torino.it

Post precedente

Contratti solidarietà espansivi, voucher lavoro: ecco le novità

Prossimo post

Fine anno scolastico: quale bilancio per il sostegno? Quale futuro?

The Author

Marco Berton

Marco Berton