Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

L’ultimo video a opera delle Nazioni Unite dal titolo “Il prezzo dell’esclusione”, mette in evidenza ildanno economico e sociale causato dalla discriminazione nei confronti delle persone LGBT a livello globale. I dati mostrano che il costo per l’economia di un Paese può essere conteggiato in miliardi. Su una serie di indicatori economici e sociali, le persone LGBT, soprattutto lesbiche e transgender, tendono, infatti, a raggiungere risultati più scarsi rispetto al resto della popolazione. Studiano meno, sono più povere, sono maggiormente colpite da insicurezza alimentare e tra esse la disoccupazione è più elevata. Queste statistiche rappresentano non solo problemi personali ma riflettono anche uno spreco insensato di capitale umano su larga scala. Ogni giovane trans buttato fuori di casa o costretto a rinunciare a una formazione è una perdita per la società intera. Ogni lavoratore gay spinto a lasciare il proprio posto di lavoro o addirittura il proprio paese è un’occasione mancata per costruire un’economia più produttiva. Secondo le Nazioni Unite, parte della soluzione andrebbe trovata insieme ai governi. Nuove leggi e politiche sono, infatti, necessarie per proteggere le persone LGBT da trattamenti ingiusti.

Fonte: west-info.eu

(s.c./s.f.)

Categories: News

Comments are closed.