News

Regali d’amore creati da persone con disabilità

La ricorrenza di San Valentino del 14 febbraio sarà una nuova occasione per scambiarsi regali d’amore tramite “E-Anffas”, la piattaforma di e-commerce solidale che consente a tutti di scegliere i prodotti realizzati da persone con disabilità intellettive nelle strutture dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con disabilità Intellettiva e/o Relazionale). In tal modo si contribuirà anche a incoraggiare la creatività, la competenza artistica e artigianale delle persone con disabilità, incentivando al tempo stesso modelli di attività lavorative autopromosse e autosostenute«Anch’io ho il diritto dicontribuire alla società, lavorando e mettendo a disposizione le mie capacità!»: così era stata presentata qualche mese faE-Anffas: idee in vetrina, iniziativa dell’ANFFAS Nazionale (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), consistente in una piattaforma di e-commerce solidale, che consente a tutti di visualizzare e scegliere i prodotti realizzati dapersone con disabilità intellettive nelle strutture della stessa ANFFAS. E la prossima ricorrenza di San Valentino del 14 febbraio sarà una nuova occasione per scambiarsi regali d’amore, avvalendosi appunto di E-Anffas, contribuendo in tal modo anche a stimolare e incoraggiare la creatività, la competenza artistica e artigianale delle persone con disabilità e aiutando la creazione di modelli di attività lavorative autopromosse e autosostenute.
Scegliendo quindi in E-Anffas tra le varie proposte di gioielli, cofanetti, cornici, confetture, tazze decorate e altri prodotti, si donerà un pezzo unico e speciale alla persona amata, contribuendo allo stesso tempo a donare speranza per una società pienamente inclusiva.

Fonte: superando.it

(s.c./f.s.)

Post precedente

Tris Mondiale per Bertagnolli e Casal: argento in gigante

Prossimo post

I sogni (e un robot) aiutano a riprendere il cammino

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?