Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Non è sempre facile capire, in tempo, i sintomi di anoressia e bulimia. Da oggi, è possibile farlo grazie a una semplice risonanza magnetica. Un grande passo in avanti nella prevenzione, grazie all’operato dei CNR di Milano e Catanzaro, reso possibile dopo aver scoperto che i disturbi del comportamento alimentare arrecano veri e propri danni cerebrali. Quindi osservabili e monitorabili con le tecniche di neuroimaging. Per verificare i risultati di questo strumento, è stato selezionato un gruppo di donne, tra i 18 e i 40 anni, affetto da una forma moderata di Dca e una controparte di altrettante donne sane. Lo studio ha mostrato come nell’80% dei casi l’algoritmo ha permesso di distinguere correttamente i soggetti malati dagli altri. Per il momento, tuttavia, la tecnica è in fase sperimentale

Fonte: west-info.eu

(s.c./l.v.)

Categories: News

Comments are closed.