News

Scuola, il rapporto tra docenti di sostegno e alunni disabili premia il Sud

Aumentano alunni disabili e insegnanti di sostegno, ma il rapporto tra gli uni e gli altri è molto diverso da regione a regione. In Liguria un docente di sostegno ogni 2,61 alunni, in Calabria ogni 1,27. Sfondato il tetto dei 100 mila posti stabili di sostegno. L’analisi di Tuttoscuola delle anticipazioni del Miur sulla scuola statale.

In Calabria, gli insegnanti di sostegno sono il doppio che in Liguria: non in termini assoluti, ma relativamente al numero di alunni con disabilità. E’ quanto evidenzia “Tuttoscuola”, che analizzando ed elaborando le “Anticipazione sui principali dati della scuola statale”, parla addirittura di “due Italie” della disabilità. In attesa di pubblicare, domani, il dossier integrale, la rivista specializzata anticipa alcuni dati.
Da un lato, aumentano costantemente gli alunni con disabilità che frequentano le scuole italiane: nel 2000 c’era un ragazzo disabile ogni 60 alunni, dieci anni fa uno ogni 44, oggi uno ogni 33. “Si tratta di un dato fisiologico – spiega Tuttoscuola – che prescinde da interventi dell’amministrazione sanitaria o scolastica. Può capitare, quindi, che vi siano regioni con una incidenza dei disabili molto marcata (l’Abruzzo, con un alunno disabile ogni 27,4; la Sicilia, con uno ogni 29,4; la Liguria, con uno ogni 29,7) rispetto ad altre con incidenza minore (la Basilicata, con un alunno disabile ogni 42,9; il Friuli, con uno ogni 41,4; la Calabria, con uno ogni 37,8). Su questo versante – nota Tuttoscuola – non ci sono particolari caratterizzazioni territoriali, non c’è un nord o un sud”.

Continua a leggere su Redattore Sociale

Data: 18/09/2017

Post precedente

Venerdì convegno "Turismo per tutti: da intervento sociale a business"

Prossimo post

Il ventiduesimo “Premio Louis Braille”

The Author

redazione

redazione