La Salute in Comune - 2014

Separazioni: ripartiamo con il Punto Familia

Mercoledì 16 luglio 2014, la giornata a La Salute in Comune è stata dedicata a “Relazioni e famiglie”.gruppi_parolaUna delle realtà che hanno prestato la loro testimonianza, durante la serata, è stata l’Associazione Punto Familia che dal 1963 offre servizio e sostegno alle famiglie torinesi.

Il Punto Familia accompagna la coppia in ogni fase della loro storia: dal percorso di preparazione al matrimonio all’accompagnamento alla nascita dei figli; offre anche un servizio di consulenza: legale, morale, sessuologica, medica ecc…, ma l’aspetto su cui si sono soffermati durante la giornata di ieri è stato il laboratorio per separati.

Purtroppo a oggi il 30% delle coppie piemontesi sono separate e ciò comporta un cambiamento totale della vita delle persone coinvolte. Il Punto Familia ha creato uno spazio d’ascolto per sostenere gli interessati durante questo momento critico della loro vita, il laboratorio consiste in tre fasi: riconoscere e rielaborare le proprie emozioni, riprogettare il proprio futuro e lavorare sulle relazioni con i figli.

L’associazione ha ancora un attenzione in più rivolta ai figli di queste coppie, infatti esiste un gruppo di parola per i bambini dai sei ai dodici anni in cui possono dare sfogo alle loro emozioni e alle loro domande, dove hanno la possibilità di trovare un modo per dialogare con mamma e papà e vivere in modo migliore questo cambiamento.

Chiedere aiuto e confrontarsi non è sinonimo di debolezza, è necessario ricordarsi che le conseguenze di una separazione non ricadono tutte su un solo elemento della famiglia, ma ognuno deve trovarsi a gestire il dolore del fallimento e riconoscerlo negli occhi di chi ha al suo fianco.

Per Associazione Volonwrite
Francesca Dentico

Post precedente

Centro Relazioni e Famiglie del Comune di Torino a La Salute in Comune 2014

Prossimo post

La Salute in Comune 2014 - TG 16 Luglio

The Author

Francesca Dentico

Francesca Dentico

Chi sono??
Eh…bella domanda.

Passo la maggior parte del mio tempo a pensare a chi sarò, ma non mi accorgo di essere totalmente impreparata sul sapere chi sono ora.
So cosa voglio diventare, ma non so chi sono diventata in questi anni.

Allora mi attengo al dire quali ruoli ricopro nella mia vita: sono una figlia linguacciuta, un’amica premurosa e testona, un’animatrice affettuosa e una servizio civilista per ora un po’ impacciata!
Sono sempre stata interessata alla sensibilizzazione attraverso l’informazione perché ritengo che mettere e mettersi al corrente di ciò che ci succede intorno ci renda tutti più forti e meno condizionabili.

Per questo motivo ho deciso di far parte di Volonwrite, penso sia lo strumento grazie al quale potrò crescere e capire, insieme a tanti altri giovani come me, come, nel nostro piccolo, possiamo contribuire a cambiare il mondo.

Sono una sognatrice si è capito??

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *