News

Si dice mezzo attrezzato, si legge dignità

La Giornata Nazionale Uildm, dal 14 al 27 marzo, sarà dedicata quest’anno alla mobilità. In piazza i volontari offriranno la nuova tavoletta di cioccolato italiano e la raccolta finanzierà l’acquisto di mezzi attrezzati nelle 70 sezioni territoriali dell’associazione. Da Teramo una testimonianza per dire come muoversi sia sinonimo di dignità.

C’è chi lo ha usato per andare a Roma a dare l’esame di giornalista e chi per le vacanze, chi per andare al lavoro, a far visita agli zii o in discoteca: alla sezione Uildm di Teramo, l’automezzo attrezzato per trasportare persone in carrozzina serve non solo per accompagnare i soci alle visite mediche o a fare riabilitazione, ma dal 2007 viene dato in comodato gratuito per attività sociali, in autonomia. È un pullmino, sembra una cosa piccola, ma in realtà «è uno strumento fondamentale per l’integrazione e la qualità della vita», dice Doriana Chiodi, la presidente della sezione.

La raccolta fondi della Giornata Nazionale Uildm 2016 servirà proprio per l’acquisto di mezzi attrezzati, che nelle 70 sezioni locali Uildm diventeranno delle ali per far volare ogni anno 20mila persone, al ritmo dello slogan “Siamo fermi solo nella volontà di muoverci”. Dal 14 al 27 marzo i volontari UILDM scenderanno in piazza per offrire un gadget tutto nuovo, la tavoletta di cioccolata della UILDM – italiana e di alta qualità – in due versioni, al latte e fondente, a fronte di un contributo minimo di 6 euro. Accanto a UILDM anche in questa edizione 2016, ci saranno AVIS e Cittadinanzattiva, mentre sarà possibile sostenere la campagna per l’acquisto di mezzi attrezzati anche tramite un sms al numero 45508.A Teramo, quel mezzo attrezzato è utilizzato ogni anno «da circa 70 persone, per un totale di un centinaio di prestazioni. Un avvocato ad esempio lo usa quasi ogni settimana», spiega la presidente. Quella di offrirlo in comodato d’uso gratuito è una scelta che la sezione ha fatto già nel 2007, con la consapevolezza che agevolare la possibilità di muoversi è qualcosa che «favorisce l’integrazione ma anche definisce la qualità della vita delle persone con disabilità». Il mezzo va restituito pulito e con il serbatoio pieno, non c’è una tariffa da pagare. Basta prenotare sette giorni prima e – compatibilmente con i servizi che la sezione offre, ad esempio di trasporto e accompagnamento dei soci per visite mediche – si ha un mezzo che a comprarselo ci vorrebbero all’incirca 25mila euro.

Da un anno però il pullmino della sezione di Teramo è fuori uso, per un incidente: «la verità è che ci vorrebbe anche più di un mezzo! È un servizio troppo importante», sospira la presidente. La raccolta fondi della Giornata Nazionale Uildm 2016 potrebbe regalargliene uno.

Autore: Sara De Carli

Data: 11/03/2016

Fonte: Vita.it

Post precedente

Prevenzione sul glaucoma e informazione sulla disabilità visiva

Prossimo post

Tornano le uova di Pasqua Ail in 4000 piazze italiane

The Author

redazione

redazione