News

“Storie della buonanotte per bambine ribelli”. Al posto delle principesse, le storie di 100 donne straordinarie ma vere

“Storie della buonanotte per bambine ribelli”: 100 storie illustrate da 100 artiste che celebrano altrettante donne straordinarie. Per ora solo in inglese, ma presto – promettono le due madrine di questo delizioso progetto – anche in italiano. “Good Night Stories for Rebel Girls” è l’ultima trovata di Elena Favilli e Francesca Cavallo, fondatrici di Timbuktu Labs, start-up di successo con base a Los Angeles specializzata nel mondo dell’infanzia.

Come si legge su StartupItalia, si tratta di un libro di favole dei giorni nostri: al posto di principi azzurri e cavalli bianchi, alle bambine racconta le storie di donne vere – donne che hanno fatto qualcosa di grande, o che nella loro vita hanno dovuto superare molti ostacoli, dovuti al lavoro che fanno, al colore della loro pelle o semplicemente al fatto stesso di essere nate donne. Nel libro c’è un po’ di tutto: pittrici, scienziate, danzatrici, astronaute, del passato o del presente, da ogni parte del globo. Frida Kahlo, Elisabetta I, Serena WIlliams: hanno in comune una vita fuori dal comune, un ruolo importante nella storia del loro settore.

Per finanziarsi, le due giovani imprenditrici italiane hanno lanciato una campagna su Kickstarter che in pochi giorni ha raccolto più di 225mila dollari.

“Nel nostro percorso da imprenditrici abbiamo spesso desiderato di essere cresciute circondate da più modelli femminili in ruoli di leadership”, spiega Elena Favilli, amministratore delegato di Timbuktu Labs, citata da StartupItalia. “Ci sproniamo costantemente a farci avanti e compriamo libri sul superamento degli stereotipi di genere…ma questo genere di letture arriva troppo tardi. Essere esposte quanto prima a una narrazione diversa della femminilità è fondamentale”.

“Lavoriamo nel mondo dei media per bambini da cinque anni e vediamo ogni giorno in prima persona quanto i libri per bambini propongano storie ancora imbevute di stereotipi di genere”, aggiunge Francesca Cavallo, co-fondatrice e direttrice creativa di Timbuktu. “I genitori non hanno molta scelta, ma molti di loro sono preoccupati e vogliono far crescere i propri bambini a contatto con storie che propongano modelli femminili moderni. È per loro che stiamo creando questo libro”.

Fonte: huffingtonpost.it

(s.c./s.f.)

Post precedente

DISABILI PROTAGONISTI CON IL FILM "HO AMICI IN PARADISO"

Prossimo post

Riabilitazione fisica degli arti inferiori più piacevole ed efficace grazie alla realtà virtuale

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?