Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Si sono svolti lo scorso weekend, presso il palazzetto dello sport “Nino Pizza” di Pesaro, i Campionati Italiani Assoluti indoor di para-archery (organizzati dalla Sagitta Arcieri Pesaro), il tiro con l’arco praticato da persone con disabilità. La due giorni di gare ha decretato i titoli italiani nelle categorie Arco Olimpico Open, Arco Compound Open, W1 e Visually Impaired femminile, maschile, individuale e a squadre; in pedana si sono visti anche due record mondiali.

Nell’Arco Olimpico la gara maschile è stata vinta in rimonta da Fabio Tomasulo (Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa) mentre quella femminile è andata ad Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre/Arcieri delle Alpi); nella prova a squadre successo della Dyamond Archery Palermo (composta da Arcieri, Genovese e Lisotta).

Nell’Arco Compound, il vice-campione paralimpico a Rio 2016 Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre) ha avuto la meglio sul diretto avversario Giampaolo Cancelli (Arcieri Torrevecchia) allo spareggio, mentre la vice-campionessa europea Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo) ha conquistato il titolo realizzando il nuovo record mondiale con 572 punti su 60 frecce. La Polisportiva Disabili Valcamonica si è invece aggiudicata il tricolore a squadre.

Per quanto riguarda la categoria W1, riservata ad atleti paraplegici o con disabilità sia ad arti superiori che inferiori, trionfo e record mondiale tra gli uomini per Salvatore Demetrico (Dyamond Archery Palermo) con la bellezza di 578 punti in 60 frecce; tra le donne, la vittoria è andata ad Asia Pellizzari (Arcieri del Castello). Finale mista per la categoria Visually Impaired 1 (atleti ciechi), dove ad avere la meglio è stato il Campione Europeo e recordman Mondiale Matteo Panariello; tra i Visually Impaired 2/3 (atleti ipovedenti) il campione è Daniele Piran.

Categories: News, Sport&Disabilità

Comments are closed.