Torino, 18 ottobre 2014: torneo internazionale di Torball

Sabato 18 Ottobre 2014 presso la palestra Parri in via Tiziano 39/41 a Torino si è svolto il Torneo Internazionale di Torball disputato tra squadre di 25 paesi europei.

Si tratta di un gioco sportivo a squadre per non vedenti, in cui si fronteggiano due team composti ciascuno da 3 giocatori; prevede l’impiego di un pallone sferico di 500 grammi al cui interno sono presenti dei campanelli in modo che il suono – e quindi la traiettoria del pallone – sia percepita ed intuita dai giocatori. Il campo di gioco, poi, è diviso in due metà da tre cordicelle tese dotate di campanellini.

Il Torball nasce in Germania negli anni ’70 – spiega Dario Vernassa, allenatore Polisportiva UICI ai microfoni di Volonwrite – come sport per non vedenti assoluti o ipovedenti. Questi ultimi sono dotati di una benda oculare che impedisce completamente la vista per garantire pari condizioni a tutti i giocatori.

Lo scopo è tirare con le mani la palla verso la porta avversaria per segnare i gol facendola passare sotto le cordicelle che dividono il campo. Se il pallone tocca le cordicelle si compie un fallo con conseguente uscita momentanea di chi ha effettuato il tiro per la durata dell’azione successiva in modo da scontare la penalità; ogni tre falli si assegna un rigore agli avversari. È vincitrice la squadra che totalizza il maggior numero di reti.

La difficoltà più grande nel praticare questo sport – spiega ai microfoni di Volonwrite l’atleta Sergio Croce – è tenere sempre alta la concentrazione in modo da riuscire sempre a capire da dove arriva la palla.

Quella di Torino è rimasta l’unica squadra in Piemonte e ci auguriamo possano disputare il campionato. Tutte le informazioni in merito alle prossime gare sono presenti sul sito della FISPIC – Federazione Italiana Sport Paralimpici Ipovedenti e Ciechi – e sul sito della Polisportiva UICI.

In bocca al lupo!