Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Un braccialetto vibrante per aiutare ciechi e sordi a scendere alla fermata giusta dell’autobus. È l’idea con la quale la diciassettenne inglese Daria Buszta ha vinto una gara studentesca nazionale sulle migliori idee per il trasporto accessibile. Siccome il 75% delle persone con deficit visivi e uditivi ha spesso difficoltà con gli spostamenti quotidiani sui mezzi pubblici, la studentessa ha ben pensato a un comodo ed economico braccialetto per loro. Sfruttando il segnale Bluetooth, vibra all’approssimarsi della fermata prenotata dal passeggero. Un’idea molto apprezzata che non aspetta altro che essere tramutata nel primo prototipo grazie allo staff tecnico dei trasporti d’Oltremanica.

Fonte:http://www.west-info.eu/

Categories: News

Comments are closed.