News

Un Master per esperti in Scienze Tiflologiche

Un Master Universitario che formerà esperti in Scienze Tiflologiche (disciplina che studia le condizioni e le problematiche delle persone con disabilità visiva), ovvero nuove figure professionali con specifiche competenze in àmbito giuridico, oftalmologico e tiflologico, nelle aree dell’autonomia, della didattica e dell’informatica. È questa l’innovativa iniziativa che verrà inaugurata il 18 marzo a Campobasso, voluta dall’IRIFOR, Istituto dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con l’Università del Molise.

Verrà inaugurato venerdì 18 marzo a Campobasso (Aula Ippocrate del Dipartimento di Medicina e Scienze della Salute “V. Tiberio” dell’Università del Molise, ore 15.30), un Master Universitario di Primo Livello in Tiflology Skilled Educator (letteralmente “Educatore esperto in Tiflologia”), voluto dall’IRIFOR Regionale, l’Istituto Nazionale di Ricerca, Formazione e Riabilitazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con l’Università del Molise.

«Si tratta – spiegano dall’UICI di Isernia – di un corso di studi assolutamente innovativo, che ha lo scopo di formare una nuova figura professionale molto ricercata nell’àmbito delle Scienze Tiflologiche (che studiano le condizioni e le problematiche delle persone con disabilità visiva), quella appunto del tiflologo o, per rendere la definizione maggiormente idonea all’imminente corso di studi, dell’esperto in Scienze Tiflologiche. Questo Master è stato ideato e promosso innanzitutto grazie a Marco Condidorio, direttore dell’IRIFOR Molise, oltreché componente della Direzione Nazionale dell’UICI e rappresentante del Tavolo Tecnico del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, nel settore dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Hanno poi collaborato Ciro Costagliola e Luca Refrigeri, docenti dell’Università del Molise e a completare il Comitato Tecnico-Scientifico Luciano Paschetta, già direttore delll’IRIFOR Nazionale. Il contributo di quest’ultimo organismo, va detto, è stato particolarmente prezioso, in quanto ha offerto un finanziamento di 25.000 euro, pari a venticinque borse di studio da 1.000 euro ciascuna, destinate ai primi venticinque iscritti al Master».

Il Master, dunque, inserito nell’anno accademico 2015-2016 e dalla durata annuale, prevede un percorso di 1.500 ore, che consentirà ai partecipanti di acquisire specifiche competenze, conoscenza e abilità in àmbito giuridico, oftalmologico e tiflologico, per quanto concerne le aree dell’autonomia, della didattica e dell’informatica.
L’evento inaugurale, come detto, sarà nel pomeriggio di venerdì 18 marzo, aperto da una conferenza stampa, alla presenza dei citati Marco Condidorio, Ciro Costagliola e Luca Refrigeri, insieme a Gianmaria Palmieri, rettore dell’Università del Molise, cui verrà conferito il Punteruolo d’Oro, massimo riconoscimento istituito dall’UICI per le personalità influenti che si distinguono nei confronti delle Scienze Tiflologiche.
Parteciperanno inoltre tutti i corsisti iscrittisi al Master, provenienti non solo dal Molise, ma anche dalla Sicilia, dalla Campania, dalla Puglia e dal Friuli Venezia Giulia.
L’occasione, infine, sarà propizia anche per la presentazione del libro Il “Typhlology Skilled Educator” e le Scienze Tiflologiche di Marco Condidorio, che verrà prossimamente pubblicato per i tipi di Volturnia Edizioni.

«Un ringraziamento particolare – dichiarano ancora dall’UICI di Isernia – va al nostro presidente nazionale Mario Barbuto, che ha sostenuto fortemente questa iniziativa».

Data: 17/03/2016

Fonte: Superando.it

Post precedente

19 marzo, open day in 250 centri

Prossimo post

Lila, una vita da zebra, canta l’ottimismo “di natura, vocazione e mestiere”

The Author

redazione

redazione