News

Un sorriso può cambiare il mondo della disabilità

Uno spot realizzato per un’associazione che si occupa di disabili a Istanbul, diventato virale su Facebook in poche settimane, ha vinto il primo premio nelle categorie “Comunicazione sui social media” ed “evento” agli Nc Awards. La Casta Diva Group bissa il successo dello scorso anno, sempre a opera della sua filiale turca. Obiettivo del video modificare il modo con cui guardare le persone disabili

Il Casta Diva Group sembra aver fatto l’abbonamento al successo virale dei suoi video sociali, ma anche ai riconoscimenti. Si definiscono “multinazionale tascabile della comunicazione”, ma anche quest’anno si sono messi in tasca due primi posti nelle categorie “Comunicazione sui social media” ed “evento” agli NC Awards durante i quali ha ricevuto, per il secondo anno consecutivo, il titolo di “Best Production Company”.

A far sì che questi premi arrivassero alla società, dopo il successo registrato lo scorso anno con Hearing Hands per Samsung, è il filmato “One smile is enough to change our world” (Un sorriso è sufficiente a cambiare il nostro mondo), girato per Eçadem, un’organizzazione non governativa turca che fornisce assistenza ai bambini disabili. Lo scopo era quello di cambiare il modo in cui la gente guarda e si rapporta con i bambini e i ragazzi disabili e allo stesso tempo promuovere l’attività del Support Centre for Disabled Children (Eçadem). Obiettivi più che raggiunti in pochissimi giorni: oltre 8,5 milioni di visualizzazioni su Facebook con ben 215mila condivisioni. Il video era stato pubblicato in occasione della Giornata internazionale dedicata alle persone con disabilità il 3 dicembre scorso.

In pochissime settimane i volontari dell’organizzazione sono aumentati del 150% e le visite sul loro sito web del 1600% a fronte – sottolinea un comunicato di Casta Diva Group – di un costo del progetto molto contenuto anche grazie ai contributi volontari del team.

Tre settimane sono state necessarie alla Dinamo Istanbul (la filiale turca del gruppo) per preparare lo spot che è stato girato con telecamere nascoste e senza attori, ma con la collaborazione delle famiglie dei bambini disabili. Tutto ruota attorno alla lettera che la madre di Tufan, il ragazzo disabile protagonista, fa consegnare alle persone presenti in un parco pubblico e che non sanno di essere riprese. “Non guardare mio figlio con pietà, gli basta il tuo sorriso per essere felice” chiede la madre nella lettera, le reazioni sono spontanee, naturali e vanno dalla grande commozione ai sorrisi. Qui sotto lo spot – sottotitolato in italiano

Alla riuscita del progetto hanno contribuito in molti: la regia è stata curata dallo scrittore e regista Kuntay Alpman (autore del conosciutissimo e pluripremiato “Hearing Hands”), mentre la voce fuoricampo è quella dell’attrice turca Özge Borak e la musica è stata composta da Burak Ekinil.

Lo scorso anno dopo il grande successo del progetto “Hearing Hands” per Samsung Turchia (232 milioni di Twit, 17 milioni di visualizzazioni su Fb e 32 milioni su Youtube fin dalle prime settimane) il Parlamento Turco ha aperto un dibattito sui diritti dei non udenti e più in generale delle persone con disabilità. E anche ora si spera che il successo possa continuare a far parlare delle diverse disabilità.

Fonte:vita.it

(s.c./l.v.)

Post precedente

Il tema da 10 del bimbo disabile: “Diversità è ricchezza”

Prossimo post

La prima suite a 5 stelle riservata ai disabili

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?