News

Zanfest, il rock che fa bene

È in programma i prossimi 14, 15 e 16 aprile Zanfest, festival di musica alternativa e indipendente che occuperà il palco di Spazio 211, celebre club torinese di Via Cigna 211. Una manifestazione che, oltre ad attirare centinaia di appassionati, avrà anche un risvolto solidale: l’intero incasso, infatti, verrà devoluto in beneficenza.

Organizzato dalla web radio Radio Ohm (in streaming su www.radioohm.it) in collaborazione con Spazio 211, Zanfest si pone l’obiettivo culturale di recuperare lo spirito della Torino underground di qualche anno fa, quella capace di indicare la strada nel campo della musica alternativa grazie all’apporto di musicisti locali ed internazionali. Il fattore più importante è, da sempre, quello dell’attitudine musicale, rimasta invariata in tutti questi anni e che vuole fare in modo di condividere suoni ed esperienze.

Il programma del festival prevede la presenza degli Stearica, ventennale band torinese strumentale molto conosciuta soprattutto all’estero (di cui fa parte come bassista Luca Paiardi, architetto, musicista e tennista con disabilità fisica),  dei Cletus, dei Bellicosi, dei Black Wings of Destiny e dei Dirty Set.

Come già anticipato nell’introduzione, l’intero incasso verrà devoluto in beneficenza all’Associazione Down Onlus di Torino, che dal 1992 fornisce supporto alle persone con sindrome di Down e alle loro famiglie. I proventi di Zenfest serviranno, in particolare, a finanziare il progetto Manincanto (esecuzione di brani musicali attraverso il canto in coro e alla lingua dei segni LIS in modo da favorire la partecipazione di tutti) e il progetto Una casa per volare, destinato a favorire l’autonomia delle persone attraverso esperienze di vita indipendente e lo sviluppo di attività formative che ne favoriscano l’integrazione sociale.

Post precedente

Trionfo RAI ai premi Promax BDA

Prossimo post

Lillo, Fabrizio e Marco insieme per il Perù

The Author

Marco Berton

Marco Berton