Torino all’avanguardia sulla salute sessuale delle persone con disabilità: nasce “Il Marimo”

Il progetto, promosso da Associazione Verba e Associazione Mana in collaborazione con Androteam (Gruppo MediCare), affiancherà l’attività de “Il Fior di Loto” unendo il sostegno sessuologico e psico-educativo per tuttə all’assistenza sanitaria rivolta a uomini.

Affettività e sessualità sono due aspetti fondamentali del benessere fisico e psicologico della persona. Questo paradigma è ancora più forte quando si parla di persone con disabilità, la cui sfera affettiva e sessuale viene spesso considerata come un elemento superfluo se non addirittura completamente assente. La Convenzione ONU per i Diritti delle Persone con Disabilità, inoltre, all’articolo 25 stabilisce che gli stati membri debbano “fornire servizi sanitari gratuiti (…) compresi i servizi sanitari nella sfera della salute sessuale e riproduttiva”.

È da questi presupposti che a Torino nasce “Il Marimo – Affetti, Relazioni, Intimità”, progetto promosso da Associazione Verba (www.associazioneverba.org ) con il contributo della convenzione stipulata tra Associazione Mana APS (www.associazionemana.org ) e Androteam del Gruppo MediCare (www.gruppomedicare.com ); il lancio è previsto per lunedì 26 settembre, data di inizio della Settimana del Benessere Sessuale promossa dalla FISS – Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica.

“Il Marimo – Affetti, Relazioni, Intimità” è una delle prime esperienze in Italia ad unire il sostegno sessuologico e psico-educativo per tuttǝ all’assistenza sanitaria rivolta specificamente a uomini con disabilità motorie, sensoriali e intellettive: l’obiettivo è quello di mettere al centro l’affettività e la sessualità, considerandole come fattori in grado di interessare molteplici aspetti della vita come corpo, consapevolezza, piacere, scelta, consenso, contatto e salute riproduttiva. Dal punto di vista pratico, dopo un primo colloquio conoscitivo online con lo staff multidisciplinare del progetto, la persona verrà coinvolta in un percorso personalizzato in base alle proprie esigenze, con la possibilità di usufruire di visite urologiche e/o andrologiche presso il centro MediCare di Via Rodolfo Montevecchio 16 a Torino. L’accesso ai servizi potrà essere fatto contattando l’indirizzo e-mail associazionemana@gmail.com , mentre a garantire le prestazioni per la salute sessuale e riproduttiva delle donne con disabilità sarà l’ambulatorio ginecologico già attivo insieme al Servizio Antiviolenza nell’ambito del progetto “Il Fior di Loto” (www.ilfiordiloto.org ).

Uno dei valori aggiunti dell’iniziativa è sicuramente quello di promuovere una sinergia in grado di fondere diverse tipologie di know-how: quello di Verba, costruito negli anni grazie all’attività del già citato progetto “Il Fior di Loto”, quello di Androteam del Gruppo Medicare, centro medico di eccellenza nel promuovere e preservare il benessere e la salute della coppia accogliendo professionisti dedicati alla prevenzione, alla diagnosi e alla cura delle patologie della sfera sessuale, genitale e riproduttiva, e quello di Mana, concretizzato attraverso azioni di co-progettazione per il diritto alla vita indipendente, all’affettività, alla sessualità, all’autonomia e all’autodeterminazione.

Dalla complicità professionale e simbolica con “Il Fior di Loto” nasce anche il nome scelto per il progetto. Il Marimo, infatti, è un’alga di forma sferica scoperta nel 1820 e ribattezzata in questo modo nel 1898 dal botanico Tatsuhiko Kawakami; “Mari” in giapponese significa biglia, mentre “Mo” indica genericamente le piante acquatiche. Secondo la mitologia, una coppia si rifugiò sulle rive del lago Akan – uno dei pochi ecosistemi al mondo dove l’alga cresce e si sviluppa – per sfuggire alle rispettive famiglie, contrarie alla loro unione. Lì, i due cuori si trasformarono proprio in un Marimo permettendogli di vivere in eterno questo amore profondo: Marimo e Fior di Loto, quindi, sono entrambe piante acquatiche in grado di trasmettere una simbologia potente che si ricollega ai sentimenti più profondi e agli aspetti più intimi del sentire umano.

LE DICHIARAZIONI

Dott.ssa Nancy Sgarlata – Presidente Associazione Verba ODV: «Aspettavo impaziente il momento in cui poter annunciare la collaborazione con Mana e Androteam del Gruppo MediCare nell’ambito de “Il Marimo – Affetti, Relazioni, Intimità”. L’esperienza acquisita con il progetto “Il Fior di Loto” ci ha portate a ragionare sulla necessità di rendere complementari, in percorsi sulla sessualità rivolti a persone disabili, l’aspetto psicologico e quello medico-sanitario».

Dott. Federico Stella – Presidente Associazione Mana APS: «Sono fiero e orgoglioso di rappresentare questo progetto. Abbiamo trovato fin da subito in Androteam del Gruppo MediCare il partner con cui condividere il sogno che da tempo coltivavamo con le colleghe di Verba di un contraltare dell’Ambulatorio Il Fior di Loto che trattasse la salute sessuale maschile in maniera inclusiva».

Dott. Massimiliano Timpano – Coordinatore di Androteam (Gruppo MediCare): «Tutto il team è lieto di questa importante partnership con Associazione Verba, prima realtà in Italia ad occuparsi di tematiche legate al benessere fisico, emotivo, mentale e sociale in relazione alla sessualità, mirata a dare un supporto ed aiuto concreti alle persone con disabilità che vivono con grande difficoltà le problematiche e le patologie legate ad una sfera di primaria importanza per la qualità di vita come quella affettiva e sessuale. Un diritto imprescindibile che, anche grazie alla nostra esperienza e professionalità in ambito medico, ci consente di fare cultura ed educazione».

Dott.ssa Alessia Gramai – Psicoterapeuta, Sessuologa – Referente progetto “Il Marimo – Affetti, Relazioni, Intimità”: «Inclusione, accessibilità e diverse professionalità in sinergia sono gli elementi cardine di questa convenzione con Androteam/MediCare. Come referente del progetto “Il Marimo” sono soddisfatta e fiduciosa: allarghiamo il nostro operato intersezionale, supportando anche gli uomini con disabilità nell’occuparsi in prima persona della propria salute sessuale. Uno step di crescita del nostro progetto per assicurare soprattutto autodeterminazione, per noi elemento fondamentale e costante da promuovere nel lavoro con le persone con disabilità».

Per ulteriori informazioni – Ufficio Stampa: 3402679727 / associazionevolonwrite@gmail.com

Venerdì (in)Versi – Mia melodia

Di Beatrice Condorelli

MIA MELODIA

Come una carezza invisibile,
una melodia soltanto per me.
Come la voglia di sorridere
e danzare nel vento…
Di comunque tenermi ancorata.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

L’arciera paralimpica Elisabetta Mijno trionfa ai Campionati Italiani Targa

Per la seconda volta nella storia dello sport italiano, un’arciera paralimpica è riuscita a strappare un titolo assoluto tra i normodotati nel tiro con l’arco: a replicare il successo di Paola Fantato nel 1994 ci ha pensato l’atleta piemontese Elisabetta Mijno vincendo i Campionati Italiani Targa nell’arco olimpico femminile. Leggi tutto “L’arciera paralimpica Elisabetta Mijno trionfa ai Campionati Italiani Targa”

Disability Card: l’INPS semplifica e potenzia le procedure per la richiesta

La Carta Europea della Disabilità, meglio conosciuta come Disability Card (https://www.inps.it/prestazioni-servizi/carta-europea-della-disabilita-disability-card), è una tessera che consente l’identificazione delle persone con disabilità e l’accesso a diversi servizi e benefici in modo univoco e uniforme in tutti i paesi dell’Unione Europea. Per richiederla è necessario rivolgersi all’INPS, il quale ha annunciato nei giorni scorsi di aver semplificato e potenziato il sistema per ottenerla. Leggi tutto “Disability Card: l’INPS semplifica e potenzia le procedure per la richiesta”

Venerdì (in)Versi – Come fiori, le parole

Di Beatrice Condorelli

COME FIORI, LE PAROLE

Fiori sono
e possono sbocciare,
essere preziosità.
Le parole,
le nostre parole
da dove nascono?
Dove passano
prima d’esser dette?
Vorrei che fossero
ragionevolezza,
che mai si scordassero
di attingere dal cuore.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – D’unicità

Di Beatrice Condorelli

D’UNICITÀ

Unicità non come dicono,
scoprendola di sé
con ben poca meraviglia.
No, non può essere
se non prima di tutto rabbia,
smarrimento e dolore.
Unicità, neppure destinazione,
ricerca e costante volontà
in un difficile cammino.
Unicità che molto pesa,
che di un sentire
è il non potergli sfuggire.
Nel tempo insegna
a poter veramente scegliere,
ad essere, nonostante tutto.
Unicità che è occasione,
quotidiano nostro costruire
d’incomparabile bellezza!

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Incanto

Di Beatrice Condorelli

INCANTO

Resto
sola con te.
Soffio di vento
tra i miei capelli.
Conscia armonia
col mondo.
Lento respiro.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Appuntamento con il buio

Di Beatrice Condorelli

APPUNTAMENTO CON IL BUIO

Notte che sei in ascolto
di tutti i miei pensieri,
che curiosa ti fai strada
tra le mie emozioni.
Notte di tiepido vento
sulla mia pelle ad avvolgermi.
Un brivido poi mi fai sentire,
la paura e la voglia di un
tocco delicato, di un contatto.
Notte qui, ad attendermi,
come ogni notte
a sussurrare, tessere il senso.
Tra le mie domande,
con le tue segrete risposte.

Venerdì (in)Versi – Laccio che si scioglie

Di Beatrice Condorelli

LACCIO CHE SI SCIOGLIE

Come un cerchio
che si chiude,
un laccio alla gola
che ora si scioglie.
La mia vita che è
sempre la stessa.
Adesso nuova.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Nei dettagli ancora

Di Beatrice Condorelli

NEI DETTAGLI ANCORA

Resta, di me cosa resta?
Io che da sempre
vado cercando…
che nei dettagli ancora
trovo i miei occhi stupirsi.
Il battito del cuore,
un senso svelato
che pervade la mia carne.
Per la vita, l’incanto!

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!