Brevi sulla disabilità – 9 luglio 2018

Kimap, il navigatore per disabili che impara dagli utenti e aggiorna i percorsi accessibili

Un navigatore destinato ai soggetti con disabilità motoria. Si chiama Kimap, è il primo nel suo genere ed è stato presentato stamani in piazza Grande da Armando Dei e Francesco Acciai di Kinoa, la startup innovativa fondata nel 2016 a Firenze che ne ha brevettato la tecnologia.

Continua a leggere: Arezzonotizie.it

 

Salire in vetta in carrozzina?
A Bergamo è possibile

«Quote e Ruote» è il progetto della sezione Cai di Bergamo che mapperà i sentieri per promuovere la mobilità in montagna delle persone disabili.

Continua a leggere: Corriere.it

 

Cresce la consapevolezza sui diritti delle donne con disabilità

Cresce ancora il numero delle organizzazioni che hanno aderito al “Secondo Manifesto sui diritti delle Donne e delle Ragazze con Disabilità nell’Unione Europea”, molte delle quali provengono da mondi diversi rispetto a quello impegnato sulla disabilità.

Continua a leggere: Superando.it

Si conclude il Torneo BNL OPEN 2018 Wheelchair Tennis: il resoconto dell’evento

Presso il Monviso Sporting Club di Grugliasco si è tenuto il torneo internazionale BNL OPEN in carrozzina organizzato da Sport Happenings dal 28 Giugno al primo Luglio.

Nella prima giornata abbiamo visto vittoriosi i favoriti delle classifiche: Benci, Denayer, Cippo, Culea, D’Imperio,Maselli, Maurino, Santoro, Shevchik, Spano e Tratter nella categoria del singolo.

Inoltre degna di nota la vittoria di Danila sul giovane Dionigi ed il combattutissimo match tra Cabras e Paiardi il quale è riuscito ad avanzare nelle classifiche solo al terzo set.

Nella seconda ed intensa giornata di gare abbiamo visto ribaltare i pronostici nella categoria del singolo, infatti solo l’atleta Tratter è riuscito a rispettare le aspettative sul suo titolo battendo Banci. Le altre clamorose sconfitte sono state riportate dal russo Shevchik, testa di serie numero uno del torneo e dagli atleti Culea e Spano, che lasciano il posto ai tennisti emergenti: Arca, Cippo e Denayer.

Nel pomeriggio di questa stessa giornata si sono svolti i doppi che hanno visto emergere le coppie: Paiardi e Toso, Leperdi e Dionigi. Da mettere in luce, il talento di Leperdi che dal ghiaccio dell’azzurro Para Ice Hockey passa alla terra battuta del Monviso Sporting Club ottenendo una vittoria importante.

Ph Antonella Conti

Inoltre da sottolineare le vittorie di D’Imperio e Naselli, Banci e Danila, Culea e Tratter che si impongono con decisione sulle altre coppie sfidanti.

Con questi successi si giunge alla penultima giornata di torneo che vede il belga Denayer continuare la sua scalata verso il podio stravolgendo i pronostici battendo Tratter; contemporaneamente a questa vittoria vediamo la ritirata dell’atleta Cippo, che a causa di un’infiammazione alla spalla è costretto a ritirarsi, lasciando il posto di finalista ad Arca.

La ritirata di Cippo, costringe lo stesso Arca a ritirarsi dal programma di doppio favorendo l’avanzata della coppia D’Imperio e Naselli che si posizionano sul podio a tavolino che vengono fermati da Culea e Tratter che si posizionano sulla cima del podio.

In questa terza giornata si tiene anche il tabellone di consolazione che vede posizionarsi sulla cima del podio l’atleta Cancelli seguito da Tosi.

Ci si avvia all’ultima giornata di sfide, dove si tiene la sfida al singolo tra Denayer ed Arca, la vittoria viene conquistata dal belga che ribalta i pronostici e con grinta ottiene il primo posto.

A conclusione delle diverse gare vi è stata la premiazione che ha visto coinvolte le autorità istituzionali rappresentati dalla persona Giovanni Maria Ferraris, assessore allo sport per la regione Piemonte e alcuni arbitri delle federazione. Sono stati premiati gli atleti Denayer ed Arca nella categoria del singolo, Cancelli e Tosi per il tabellone di consolazione e la coppia Culea-Tratter.

Ogni sfida è stata vissuta con serenità e complicità dagli atleti che si sono dimostrati accoglienti e socievoli anche con lo staff.

Da ringraziare l’organizzazione di Sport Happening che ha gestito l’intero torneo all’insegna di una sana competizione inclusiva e gli sponsor che hanno finanziato in diverse maniere le attività del torneo, in particolare bisogna ringraziare il gruppo BNL ed Autocentauro.

 

 

A cura di

Laura Baldacchino
Caterina Marinelli

 

Un Memorial a Nichelino per creare comunità e consapevolezza

Si è tenuto il 24 giugno a Nichelino il Memorial in onore di Paolo e Camilla: un evento che grazie alla collaborazione del marito di Camilla, Francesco Di Leva, dell’ Associazione Seminiamo Principi, dell’ associazione Avis, del Comune di Nichelino e dell’oratorio locale, si è dimostrato in grado di richiamare un’intera comunità.


Attraverso il torneo di calcetto e la cena comunitaria si è creato uno spazio di aggregazione e di diffusione di conoscenza, come ha anche sottolineato Simone Stara, presidente di Seminiamo Principi, associazione volta ad aumentare le conoscenze sulla cannabis terapeutica e a sensibilizzare l’opinione pubblica.
Afferma, infatti: “Un evento che coinvolga più realtà possibili è prezioso per far crescere sul territorio la consapevolezza riguardo a battaglie che spesso le persone non conoscono.
La collaborazione tra Seminiamo Principi e Francesco Di leva ci ha permesso di aprire un info point sulla cannabis terapeutica presso il Centro Commerciale Il Castello di Nichelino.
Ci sono altri progetti in fase di sviluppo (progetti nelle scuole, collaborazione con artisti e fumettisti, contest e concerti), tutto per aumentare la sensibilizzazione verso un argomento, quello della cannabis, ancora bistrattato e guardato con sospetto”.
Per questo, come Volonwrite, non possiamo esimerci dal partecipare attivamente ad eventi dove si possano manifestare liberamente le proprie idee e condividerle con la comunità dove si vive.

Per maggiori info sulla cannabis terapeutica:

info@cannabisontheroad.it
www.cannabisontheroad.it

 

Inaugurazione del nuovo centro Paideia: una festa per l’accoglienza

Sono stati numerosi i partecipanti alla festa di inaugurazione tenutasi il 14 giugno del nuovo Centro Paideia in Via Moncalvo 1, nel cuore di Torino.

L’evento è stata l’occasione per dare un assaggio di ciò che il Centro Paideia vuole proporre: l’atmosfera di festa ha sicuramente passato un messaggio propositivo e accogliente per i cittadini e per il territorio torinese.

Il centro è stato realizzato dalla Fondazione Paideia, che da decenni è impegnata nel territorio cittadino per l’accoglienza, il supporto e la riabilitazione di famiglie e bambini in difficoltà.
I lavori, iniziati nel 2015, hanno portato alla costruzione di uno spazio di 3000 metri quadrati dove sarà possibile lo svolgimento di molteplici attività ludico-ricreative e psicoeducative, e colloqui di accoglienza per la consulenza, anche sanitaria, specifica alle famiglie.

Alla festa di inaugurazione erano presenti i rappresentanti della Fondazione, e alcune personalità istituzionali di rilievo, le quali hanno, con la loro presenza e con i loro interventi, sottolineato il ruolo di un centro multidisciplinare e a funzionalità trasversale per il territorio cittadino.
La vitalità della fondazione Paideia, e l’attenzione all’utenza fornita negli anni e che sicuramente sarà implementata dalla struttura appena inaugurata, è permessa anche e soprattutto dal lavoro costante è dedicato dei volontari che popolano la Fondazione.

È stato possibile effettuare una visita guidata all’interno della struttura: i tre piani accolgono spazi variegati, tra cui una piscina completamente accessibile e riscaldata, studi per gli interventi logopedici, piccole palestre per la psicomotricità, una stanza insonorizzata per la musicoterapia, e un terrazzo sensoriale.

La costruzione di un Centro così all’avanguardia, e complesso nella gamma di servizi che propone, è stato possibile grazie a contributi finanziari ottenuto da enti privati e da famiglie che hanno particolarmente a cuore il progetto.

La presenza del Centro Paideia sarà rassicurante per le numerose famiglie torinesi in difficoltà, che potranno ora contare su uno spazio attento, professionale e su misura per ogni situazione e per ogni esigenza.

Per maggiori informazioni:
www.centropaideia.org
Tel 0110462400
info@centropaideia.org

 

 

Brevi sulla disabilità – 22 giugno 2018

Arriva l’Osteria: il catering gestito da ragazzi disabili

“È un’attività che punta sul saper fare e il saper essere”, spiega Palmieri: “Nelle sue caratteristiche è assimilabile allo svolgimento di un vero e proprio lavoro. Mette al centro, dunque, la consapevolezza delle proprie capacità, del poter essere utili agli altri svolgendo un servizio.”

Continua a leggere: Newsrimini.it

 

“Il nostro biscottificio nato per fare esprimere ai ragazzi disabili la loro energia. Il nostro obiettivo? La qualità”

è nato Frolla, un biscottificio artigianale a Castelfidardo (Ancona) i cui protagonisti, pasticcieri e artigiani sono proprio i ragazzi disabili. “Sì, abbiamo trasformato un momento di crisi in un’opportunità”, raccontano.

Continua a leggere: Ilfattoquotidiano.it

 

Vigili del Fuoco: esercitazione Pordenone-Oristano per disabili

I comandi provinciali dei Vigili del fuoco di Pordenone e Oristano hanno recentemente svolto delle esercitazioni e un corso sperimentale per il soccorso in acqua a persone con disabilità.

Continua a leggere: Cagliaripad.it

Brevi sulla disabilità – 21 giugno 2018

“Non ho le braccia, ma sono ballerina: tutti hanno limiti, sta a noi trasformarli in risorsa”

Scrive, dipinge, lavora al computer e danza: Simona Atzori ha una vita frenetica e ricca di soddisfazioni nonostante un particolare che non ha mai frenato l’entusiasmo e la sua gioia di vivere ovvero l’assenza delle braccia.

Continua a leggere: Ilsussidiario.it

 

Hugbike, l’Aipd di Campobasso presenta il primo tandem che favorisce autonomia e integrazione

«Un bicicletta che può essere utilizzata da tutti – ha spiegato – sia da persone con disabilità motorie, o affette da sindrome di down, ma anche da chi non sa andare in bicicletta. Lo scopo primario è quello dell’integrazione e dare a tutti una maggiore autonomia»

Continua a leggere: Primopianomolise.it

 

Accessibilità web e mobile, le regole in Europa e in Italia

Da anni il parlamento e il consiglio europeo lavorano per migliorare l’accessibilità del web e dei servizi digitali. Ci sono due direttive, che l’Italia dovrà recepire. L’ultimo tassello è l’aggiornamento delle regole tecniche compiuto da W3C

Continua a leggere: Agendadigitale.eu

Brevi sulla disabilità – 18 giugno 2018

OrangoGo, il motore di ricerca per le attività sportive

La startupper torinese Giulia Pettinau ha dato vita a OrangoGo, la piattaforma italiana che permette di cercare le attività sportive della propria zona.

Continua a leggere: Retroonline.it

 

Di barriere sociali si può ridere, la disabilità spiegata (con ironia) da chi ce l’ha

Raccontare la disabilità non è mai facile, ma realizzare uno spot che in pochi secondi riesca a sensibilizzare il pubblico sul tema lo è ancora di più. Eppure è questo il caso di Non è la solita pubblicità progresso, il nuovo cortometraggio di Parent Project onlus.

Continua a leggere: lapresse.it

 

Se serve, perché non trasformare un ospedale nel set di “Guerre Stellari”?

Thomas ha 15 anni e un ritardo cognitivo dai tratti autistici. Ha ormai da molto tempo un tremendo mal di denti, ma della sedia del dentista non vuole assolutamente saperne. Scoperta la sua passione per la saga di “Guerre Stellari”, l’équipe di Odontoiatria dell’Ospedale di Piove di Sacco (Padova) lo convince a farsi curare, “trasformando” l’Ospedale in un’astronave.

Continua a leggere: Superando.it