Igiene urbana, firmato un accordo tra Amiat e CPD per l’accessibilità dei servizi

Buone notizie sul fronte dell’accessibilità dei servizi di igiene urbana della Città di Torino: AMIAT e CPD Consulta Persone in Difficoltà, infatti, hanno recentemente firmato un protocollo d’intesa per renderli ancora più inclusivi verso le persone con disabilità.

In particolare, la CPD supporterà l’azienda in diversi aspetti di questo percorso, dalla formazione alla comunicazione: il primo passo consisterà nell’organizzazione di un focus group sullo sviluppo dei servizi, con la partecipazione di persone con esigenze diverse, con l’obiettivo di garantirne l’accessibilità fin dalla fase di progettazione: «Questo accordo – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Amiat Gianluca Riuconferma la nostra volontà nel realizzare iniziative concrete a riguardo e la collaborazione con CPD risulterà essenziale da questo punto di vista». «La nostra collaborazione – ha aggiunto la Presidente Paola Bragantinirappresenterà un valido aiuto ai cittadini torinesi, Amiat condivide gli obiettivi dell’Agenda della Disabilità e il protocollo è soltanto il primo passo verso una collaborazione più stretta».

Per la CPD, infine, si apre una nuova fase di collaborazione con gli enti pubblici: «Si tratta – ha spiegato il Direttore Giovanni Ferrerodi una modalità inaugurata per lavorare in sinergia con il settore pubblico e para-pubblico, applicando il modello del “collaudo civico” lanciato dal progetto “Disabilità in rete”, dove le persone valuteranno in prima persona la bontà di un prodotto o di un servizio».