Venerdì (in)Versi – Anima della notte

Di Beatrice Condorelli

ANIMA DELLA NOTTE

Esiste in me una notte
senza stella alcuna,
il più soffocante dei vuoti.
In me, lacrime che
anche invisibili
non asciugheranno.
Nell’immenso buio, poi
una tenace luna,
ad una ad una le stelle.
Così il mio andare,
quel sorridere.
Amo la notte per questo,
mi ricorda chi sono:
inconsolabilità e slancio!

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Tra le mani la vita

di Beatrice Condorelli

TRA LE MANI LA VITA

In quello spazio d’anima recondito
eppure da sempre così esposto,
vulnerabile alle intemperie e
sensibile ai venti, al calore del sole.
Per quegli anni che indietro guardano,
per la cura ed il suo significato.
Un nome d’improvviso,
timore e gioia in quelle mie lacrime.
Prendere tra le mani la vita,
e sentire l’avvolgente sua carezza.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Riattata

di Beatrice Condorelli

RIATTATA

Bellissime canzoni
urlate in silenzio,
a squarciagola.
Un futuro immaginato
che così non è stato.
Un altro costruito
a piccoli passi,
quell’essere decisa.
E ripensare, accorgermi
ora come allora:
in fondo al cuore vi è
preziosa luce.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Memoria dell’anima

Di Beatrice Condorelli

MEMORIA DELL’ANIMA

Credo in quel contatto
al di là del tempo,
oltre gli avvenimenti e
le distanze.
Una specifica parola,
ed in un profumo
la memoria dell’anima.
Nei gesti, nei modi
unici e propri.
Per lo sguardo che poi
sul mondo cerca,
che si posa.
In un istante, un battito.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Cuore

Di Beatrice Condorelli

CUORE

A tratti struggente,
consapevole e vitale.
Oltre non soltanto le
ingannevoli consuetudini,
oltre le paure.
Lasciarsi andare
alla carezza del vento,
tra le note di una
melodia che ci raggiunge.
Al di là del frastuono
esiste un segreto luogo.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – #SOLOAMORE

di Beatrice Condorelli

#SOLOAMORE

Nell’aria fresca del mattino
che accompagna poi la giornata,
che di notte e nell’intimità
silenzio per noi diviene.
In una carezza data, quel tempo
dal tempo estrapolato,
fermato, inciso indelebilmente.
Lì, nel profondo dell’anima.

Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Più di tutto

Di Beatrice Condorelli

PIÙ DI TUTTO

Più di tutto io vorrei
essere capace di tenerti
intima mia trepidazione.
Tu che mi agiti e sproni,
la notte non mi fai dormire
e pensieri fai emergere.
Tu che sei voce segreta,
insisti sulle mie timidezze,
Tu, strada e superamento.
Del mio quotidiano andare
l’apprezzamento alla gioia,
ancora la commozione.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Segretamente

Di Beatrice Condorelli

SEGRETAMENTE

Ed il vento sul suo viso,
sui capelli che, leggeri,
si scompigliano.
Ed un sorriso spontaneo,
quel pensiero che
segretamente si mostra.
Rivelazione il sentire,
emozioni così penetranti,
vere e inconfondibili.
Lei che si morde le labbra…

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Dal dolore

Di Beatrice Condorelli

DAL DOLORE

Come fermarsi,
quell’accorgersi che
alla memoria poco
importa del tempo.
Certi ricordi li trovi lì,
nella mente, ancora
incredibilmente vividi.
Degli scuarci nel cuore,
indelebili le cicatrici.
Cosa ti blocca?
In esse vi è racchiuso,
come anche un altro
segreto nascosto…
E poterla poi superare,
tutta quella paura.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Passi lenti

Di Beatrice Condorelli

PASSI LENTI

Sono passi attenti,
i miei lenti
lungo questa strada.
Immagini nitide
impresse nella mente.
Passato e presente
che si intersecano,
si interrogano,
si spiegano.
Nel tempo trascorso,
il mio sguardo
ancora è lo stesso.
Un desiderio,
a pieni polmoni
lo respiro.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!