Le mascherine trasparenti di CPD per facilitare la comunicazione con le persone sorde

di Marco Berton

Dopo Collegno e Grugliasco, anche Torino si sta attivando per la produzione delle mascherine con inserto trasparente per facilitare la comunicazione con le persone sorde. A farlo, insieme alle altre iniziative di solidarietà legate all’emergenza sanitaria, è la Consulta Persone in Difficoltà. Leggi tutto “Le mascherine trasparenti di CPD per facilitare la comunicazione con le persone sorde”

Brevi sulla disabilità – 24 aprile 2020

Il tuo sito è accessibile alle persone con disabilità?

Dando ulteriore continuità a una serie di incontri già avviati da alcuni mesi, Progetto Yeah! – ramo aziendale della Cooperativa Sociale Quid, specializzato nella fornitura di servizi per l’accessibilità e l’inclusione – proporrà per il pomeriggio del 29 aprile, in diretta streaming, un nuovo seminario online gratuito (“webinar”) sul tema “Il tuo sito web è accessibile alle persone con disabilità?”

Continua a leggere su Superando

Coronavirus, quattro mail senza risposta. Così l’emergenza disabili è ignorata da Asl e Regione

Quattro mail che non hanno mai ricevuto risposta. Alle quali si aggiungono i solleciti telefonici, i messaggi su Whatsapp e i tentativi di interlocuzione con i vari distretti territoriali. Quattro mail di richiesta d’aiuto da parte di Anffas Piemonte, l’Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, rivolte a Regione, Unità di Crisi, Asl. Ma che hanno avuto in cambio solo il più pesante dei silenzi. Nonostante il rischio, come raccontato ieri sulle pagine del Corriere Torino dal presidente regionale e torinese Giancarlo D’Errico, che «la situazione diventi insostenibile».

Continua a leggere su Corriere Torino

Il caso disabili arriva in Regione: fondi per famiglie e associazioni

«Risorse concrete per la fase 2 saranno date alle persone con disabilità». Nei giorni scorsi, la denuncia sulle pagine del Corriere Torino di un mese di appelli caduti nel vuoto: quattro mail con la richiesta di un confronto e di tamponi per operatori e ospiti nelle residenze. Destinatari, Regione, Unità di Crisi e Asl. Ieri, il telefono del presidente dell’Anfass Giancarlo D’Errico ha squillato due volte.

Continua a leggere su Corriere Torino

Un po’ di chiarezza nella miriade di informazioni su coronavirus e disabilità

Appare quanto mai utile, in un periodo come questo, contraddistinto da una gran mole di informazioni, il servizio reso disponibile dall’organizzazione CBM Italia, consistente in un archivio ragionato di documenti e risorse sul tema “Coronavirus e disabilità”, prodotti a livello nazionale, ma anche e soprattutto in àmbito internazionale, che puntano sia al “mainstreaming” della disabilità – l’inserimento di quest’ultima in tutte le politiche e la legislazione che incidono sulla vita delle persone – sia al coinvolgimento attivo delle stesse persone con disabilità per la tutela dei loro diritti.

Continua a leggere su Superando

A Bologna apre un nuovo sportello antiviolenza per donne con disabilità

In questi giorni nei quali siamo chiamati a rispettare le misure di distanziamento sociale e limitare spostamenti ed uscite, le mura domestiche possono diventare, ancor più che in altri periodi, delle prigioni per quelle donne che vivono in casa situazioni di violenza – sia essa fisica, psicologica, economica. La situazione, già grave, diventa ancor più pesante se a subire violenza, minacce, umiliazioni, è una donna con disabilità: in questi casi, infatti, spesso è ancora più difficile denunciare.

Continua a leggere su Disabili.com

La quarantena in casa di chi ha un disturbo mentale

Olga, Chiara, Martina, Riccardo… in tanti giovani caregiver stanno raccontando la loro quarantena di figli di persone con un disturbo mentale. L’idea è di Stefania Buoni, presidente dell’associazione COMIP, che per anni ha vissuto la medesima esperienza. «In un momento in cui la solitudine è amplificata, vogliamo far sentire ai tanti giovani caregiver la nostra vicinanza»

Continua a leggere su Vita

Brevi sulla disabilità – 23 aprile 2020

COVID-19 e autismo: le indicazioni dell’ISS per prevenire il disagio legato all’epidemia

Un gruppo multidisciplinare di esperti dà alcuni suggerimenti pratici per affiancare la persona autistica in questo periodo che può essere di particolare stress. Le persone con disturbi dello spettro autistico sono tra quelle che necessitano di ulteriore attenzione e massime accortezze soprattutto in relazione alle misure di prevenzione e controllo dell’epidemia da COVID-19, all’eventuale isolamento domiciliare o ospedalizzazione, che possono impattare negativamente sulla loro salute e sui loro comportamenti.

Continua a leggere su Disabili.com

Libri per bambini: due nuovi volumi uovonero parlano di disabilità tra racconti e suggestioni illustrate

Nella collana I Geodi, il libro Che bambino fortunato! dà idealmente voce al fratello di un bambino disabile, mentre le tavole illustrate di Che cos’è una sindrome? ci spingono in un vortice di suggestioni. Ci siamo già occupati in passato dei libri di uovonero, casa editrice per bambini specializzata nella pubblicazione di volumi che abbracciano la disabilità sia nei contenuti che nella forma, con la proposta di testi che trattano di diversità, e di volumi che possono anche essere fruiti da chi abbia difficoltà o problemi di lettura.

Continua a leggere su Disabili.com

La didattica a distanza ora è obbligatoria, ma diventi un diritto per tutti

La sospensione delle attività educativo-didattiche in tutta Italia è stata disposta a partire dal 5 marzo scorso dal Decreto del Presidente del Consiglio del giorno precedente, il quale ha previsto che i dirigenti scolastici attivassero modalità di didattica a distanza per tutta la durata della sospensione, «avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità».

Continua a leggere su Superando

Coronavirus, le priorità per i disabili nella fase 2. Dall’assistenza a casa all’aumento della pensione di invalidità: le richieste delle associazioni.

Nel pensare la fase 2, si dovrà tenere in conto anche i diritti delle persone con disabilità. Secondo le associazioni sono diverse le priorità da tenere in considerazione. Intanto, “bisogna fornire l’assistenza domiciliare a tutti quei soggetti che ne hanno bisogno per vivere dignitosamente”, “permettere una effettiva inclusione e continuità scolastica anche grazie al potenziamento reale della didattica a distanza”, oltre a forti “misure di sostegno per le Politiche sociali e socio-sanitarie”, investendo ad esempio maggiori risorse “per aumentare il Fondo Non Autosufficienza (FNA).

Continua a leggere su Il fatto Quotidiano

Disabilità: un sondaggio internazionale sulle conseguenze del coronavirus

È un ampio sondaggio online, cui possono contribuire anche organizzazioni di persone con disabilità e singoli cittadini con disabilità, quello promosso da un gruppo di organizzazioni internazionali di persone con disabilità e delle loro famiglie, per cercare di rispondere alle conseguenze dell’attuale sfida globale, causata dall’emergenza coronavirus, raccogliendo quante più informazioni possibili sulle esperienze vissute in questi mesi dalle persone con disabilità, nonché il modo in cui i vari Stati stanno rispondendo alle situazioni riguardanti questa specifica popolazione.

Continua a leggere su Superando

L’appello del consigliere regionale Magliano: “Nella task force piemontese la disabilità deve essere rappresentata”

inaugurazione sede disability manager torino

di Marco Berton

Solo alcuni giorni fa raccontavamo la decisione, da parte del governo guidato da Giuseppe Conte, di includere la disabilità (rappresentata da Giampiero Griffo) nella task force per la fase 2 dell’emergenza coronavirus. Su questa scia, e viste le scelte diverse fatte dalla Regione Piemonte per la propria task force sanitaria, il consigliere regionale e comunale Silvio Magliano (Moderati) chiede a gran voce l’inserimento della tematica. Leggi tutto “L’appello del consigliere regionale Magliano: “Nella task force piemontese la disabilità deve essere rappresentata””

Brevi sulla disabilità – 21 aprile 2020

“Fase 2” dell’emergenza Covid: quali attenzioni per le persone con disabilità?

Inutile negarlo: questa situazione di emergenza ha aumentato l’isolamento sociale soprattutto di chi è disabile o ha un familiare disabile. Si parla tanto di “fase 2” ma, viene da chiedersi, oltre a pensare alle aziende, le Istituzioni staranno ragionando su un prossimo step che preveda anche la ripresa dell’assistenza domiciliare, la riapertura dei centri diurni e un percorso di accompagnamento per chi ha bisogni particolare? Magari studiato con il coinvolgimento delle famiglie e degli utenti?

Continua a leggere su Disabili.com

I tanti casi “strani” della scuola e la valutazione degli alunni con disabilità

Si arricchisce ulteriormente il dibattito da noi avviato in queste settimane sul tema della valutazione degli alunni con e senza disabilità, ospitando questa volta l’intervento di Alessandro Paramatti, caregiver e padre di una donna con disabilità, membro del Coordinamento Nazionale dell’Ufficio delle Politiche per le Disabilità della CGIL, cui risponde, come nei casi precedenti, Salvatore Nocera, che aveva avviato il dibattito stesso, firmando il contributo intitolato “Riflessioni sulla valutazione degli alunni con e senza disabilità”

Continua a leggere su Superando

Una Biennale d’Arte tutta a base di iniziative digitali accessibili

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona ha promosso un’edizione speciale della propria tradizionale “Biennale Arteinsieme – Cultura e Culture senza barriere”, invitando tutti i musei e i luoghi della cultura ad adottare iniziative digitali accessibili alle persone con disabilità, ovvero video con sottotitoli per le persone sorde, descrizioni audio per le persone con disabilità visiva, testi chiari e ad alta leggibilità per le persone con disagio mentale. E numerose note istituzioni culturali hanno già risposto positivamente.

Continua a leggere su Superando

Decreto Cura Italia: il lavoratore che si assenta per assistere un figlio disabile non può essere licenziato per giusta causa

Come abbiamo avuto modo di approfondire nei giorni scorsi, numerosi sono gli interventi che il Governo ha previsto, attraverso il decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020), per contenere le problematiche economiche e sanitarie derivanti dall’emergenza che stiamo vivendo a causa dell’epidemia da Coronavirus. Tra le misure introdotte per sostenere il sistema produttivo e tutelare la forza lavoro, abbiamo esaminato in particolare gli articoli che introducono tutele per i lavoratori con disabilità o che hanno familiari disabili nel loro nucleo.

Continua a leggere su Disabili.com

Disabilità grave e Covid-19: “La sfida in salita delle famiglie”

Tra le realtà che hanno dovuto sospendere il servizio a causa dell’emergenza coronavirus c’è la comunità Sant’Andrea, il Centro diurno con sede a Capodarco di Fermo che accoglie disabili gravi in regime semi-residenziale. Una vera e propria famiglia allargata, abituata a relazioni e contatti quotidiani, che oggi è costretta a vivere separata per affrontare al meglio una battaglia difficile.

Continua a leggere su Redattore Sociale

Coronavirus, il Forum Terzo Settore lancia la campagna “#nonfermateci”

di Marco Berton

“C’è un’Italia che non può fare a meno di noi”: con questo slogan, il Forum Terzo Settore lancia la campagna di comunicazione “#Nonfermateci”, promossa da 87 organizzazioni rappresentative di oltre 350mila tra associazioni di volontariato, di promozione sociale e imprese sociali (con un altissimo numero di operatori coinvolti, tra volontari e lavoratori), per sensibilizzare le istituzioni sull’importanza di sostenere concretamente attività davvero essenziali come quelle rivolte alle persone. Leggi tutto “Coronavirus, il Forum Terzo Settore lancia la campagna “#nonfermateci””

A Torino nasce “KickTheQuarantine”, il laboratorio contro il malessere giovanile ai tempi del coronavirus

di Marco Berton

Cooperativa Terzo Tempo Educazione Cultura e Sport e Associazione Volonwrite , nell’ambito del bando “Insieme andrà tutto bene” della Compagnia di San Paolo e in collaborazione con la Città di Torino, hanno avviato il progetto “KickTheQuarantine”, rivolto a pre-adolescenti, adolescenti e giovani adulti del territorio torinese. Leggi tutto “A Torino nasce “KickTheQuarantine”, il laboratorio contro il malessere giovanile ai tempi del coronavirus”

Brevi sulla disabilità – 19 aprile 2020

La gestione dell’emergenza in un istituto riabilitativo ad alta specializzazione

Cosa ha comportato l’attuale emergenza sanitaria per le persone seguite da una struttura ad alta specializzazione riabilitativa, come l’Istituto Montecatone di Imola (Bologna), che si occupa di pazienti con lesione midollare e/o con grave cerebrolesione acquisita? Una vera e propria rivoluzione, con una profonda e costante revisione dei metodi assistenziali, riabilitativi e di comunicazione. Ma sia le persone con disabilità e i loro familiari da una parte, sia il personale dall’altra, sembra avere reagito al meglio ai cambiamenti, con grande capacità di adattamento

Continua a leggere su  Superando

Centri diurni per persone disabili chiusi: attivato un numero verde per famiglie

L’Istituto Serafico ha attivato un numero verde attraverso il quale un’equipe multidisciplinare di medici e professionisti potrà rispondere alle richieste dei genitori in difficoltà. Le famiglie di persone con disabilità si stanno trovano a combattere,  in questi giorni di pandemia, una emergenza nella emergenza: le conseguenze dello stop e della sospensione di tutte le attività e i servizi a supporto, come la chiusura dei centri diurni.

Continua a leggere su Disabili.com

Servizi attivi per persone con disabilità visiva

Il servizio telefonico “UICI è con Te”, uno “Sportello d’ascolto” per supporto psicologico, il “TechPoint” in teleconferenza, riguardante l’informatica e le tecnologie assistive, nonché una serie di consulenze su temi specifici: sono le iniziative attivate dal Presidio UICI di Sant’Anastasia e Paesi Vesuviani (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), per continuare a sostenere le persone con disabilità visiva anche in questa fase di emergenza sociosanitaria.

Continua a leggere su Superando

Didattica a distanza, come sta andando per gli studenti con sindrome di Down?

Può la didattica a distanza assicurare l’inclusione, oltre che l’istruzione? In che modo la stanno affrontando gli studenti con sindrome di Down? Con quali difficoltà e con quali supporti viene loro garantito il percorso scolastico “a casa”? In attesa che le prossime disposizioni governative chiariscano il destino di milioni di studenti, l’Associazione Italiana Persone Down (Aipd), tramite il suo osservatorio scolastico, prova a chiarire alcuni punti.

Continua a leggere su Redattore Sociale

La lotta di mamma Marina: “Le persone con disabilità gravissime e le loro famiglie sono, ancora una volta, abbandonate a se stesse”

“Siamo rimasti senza assistenza sanitaria, fate qualcosa al più presto”: a lanciare l’allarme è Marina Cometto, mamma di Claudia, 46enne con sindrome di Rett, malattia rarissima che colpisce il sistema nervoso centrale portando a una progressiva perdita delle funzioni motorie e cognitive.

Continua a leggere su Torino Oggi

 

Coronavirus, lettera aperta del presidente di Anffas alle istituzioni: “Ricominciare da dove?”

di Marco Berton

La pandemia di coronavirus, oltre ai danni sanitari ed economici di cui tutti parlano, ha creato difficoltà potenzialmente irreversibili anche al settore del welfare con una ricaduta negativa sulle categorie più fragili, tra cui le persone con disabilità. Per questo, il presidente nazionale di Anffas Roberto Speziale ha scritto una lettera aperta alle istituzioni per suggerire alcuni punti cardine su cui fondare la ripresa del paese tenendo conto delle esigenze di tutti senza disuguaglianze e discriminazioni. Leggi tutto “Coronavirus, lettera aperta del presidente di Anffas alle istituzioni: “Ricominciare da dove?””