Brevi sulla disabilità – 29 aprile 2020

Fase 2 e disabilità: la FISH chiede di alzare a 600 euro le pensioni di invalidità

Il giorno dopo la presentazione in conferenza stampa, da parte del Premier Conte, delle misure introdotte dal DPCM 26 aprile, quello che dovrebbe dare il via alla famosa fase 2, una pioggia di domande da parte di lettori – persone e famiglie con disabilità – ci ha travolti: cosa si prevede per noi? Sono stati prorogati i permessi della legge 104?  Ci sono altri congedi Covid? Sussidi? Aiuti? La risposta, lettura alla mano, è: per ora no.

Continua a leggere su Disabili.com

Su Amazon l’azalea della ricerca Airc per la “Festa della mamma”

In occasione della Festa della Mamma ritorna l’appuntamento con l’Azalea della Ricerca di Fondazione Airc. Quest’anno, per la prima volta dal lancio dell’iniziativa nel 1984, le azalee, il fiore simbolo della più nota e longeva raccolta fondi di piazza per la ricerca sui tumori delle donne, non coloreranno le 3.700 piazze, ma saranno disponibili esclusivamente online su Amazon.it da lunedì 27 aprile, a fronte di una donazione di 15 euro.

Continua a leggere su Superabile

Una nuova Sanità, basata sulla telemedicina e sulla teleassistenza domiciliare

«Un modello unico di cure domiciliari, specie per le patologie croniche e rare a stadi avanzati e gravi, utilizzando la telemedicina quale supporto per far rimanere il paziente a casa con la dovuta e necessaria assistenza»: è il modello di Sanità per il futuro chiesto da varie Associazioni di persone con malattie croniche e rare, in un messaggio inviato al Presidente del Consiglio e al Ministro della Salute, prendendo spunto «dalla situazione di emergenza e dai drammatici dati sulla mortalità, in particolare di persone fragili, gran parte delle quali con le patologie da noi rappresentate».

Continua a leggere su Superando

Ripartenza e disabilità, i caregiver: “Tutti nella stessa tempesta, ma non nella stessa barca”

La preoccupazione è tanta, l’insoddisfazione costante, ma le idee sono chiare e i diritti sicuri: così i caregiver tornano a chiedere attenzione, garanzie e tutela nella prossima “fase 2” dell’emergenza, dopo che la fase 1 ha dimenticato le persone con disabilità e abbandonato le loro famiglie. “Pur essendo nella stessa tempesta, non siamo tutti sulla stessa barca”, ci ricorda Elena Improta, mamma e caregiver di una ragazzo con grave disabilità e presidente dell’associazione Oltre lo sguardo onlus.

Continua a leggere su Redattore Sociale

Italiano il primo studio al mondo su Sclerosi multipla e Covid-19

Lancet Neurology ha accettato di pubblicare i primi dati della piattaforma internazionale MuSC-19 sulla situazione italiana. Sin ed Aism presentano il progetto pilota di raccolta delle informazioni cliniche sulle persone con Sm che hanno sviluppato l’infezione da Coronavirus. «L’impegno continuerà nei prossimi mesi e i dati saranno studiati e approfonditi», annuncia Mario Alberto Battaglia, presidente della Fism.

Continua a leggere su Vita

 

Brevi sulla disabilità – 17 dicembre 2018

A Natale lo shopping diventa etico: dove trovare i regali solidali e quali scegliere

Acquistare dei regali natalizi utili e originali, che siano al contempo anche solidali, è possibile: vi spieghiamo come. Con l’approssimarsi del Natale si inizia a pensare ai preparativi per le feste, ai momenti che passeremo con le persone care, ma scatta anche la ricerca dei regali da mettere sotto l’albero. Ogni anno ci si preoccupa di acquistare qualcosa di originale, che possa sorprendere chi lo riceve, ma perché non far sì che questo sia anche un gesto etico, scegliendo regali che sostengono cause e progetti di solidarietà?

Continua a leggere su www.disabili.com

Dare forma ai sogni

Come si fa a dare forma ai sogni? Oppure, come direbbe Ligabue, sono i sogni che danno forma al mondo? C’è una persona che conosco che è capace di fare tutte e due le cose insieme. Il suo nome è Felice Tagliaferri, professione scultore. Sicuramente il suo nome vi avrà fatto risuonare qualche campana perché Felice ormai è piuttosto famoso, non solo in Italia, il suo lavoro di ceramista, oltre che di artista, è infatti riconosciuto a livello internazionale.

Continua a leggere su Superabile

Una preziosa guida sull’inclusione scolastica

«Conoscere e condividere le norme vuol dire sapere i ruoli di ciascuno, cosa è previsto e cosa deve essere garantito, senza pensare di dover chiedere o concedere “favori”. Tutto questo pone le basi per una reale collaborazione scuola-famiglia, elemento indispensabile per un’inclusione scolastica che sia efficace ed utile per tutti gli attori coinvolti, primi fra tutti gli alunni con disabilità»: lo dichiarano i responsabili dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), presentando una nuova “Guida sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità in Italia”.

Continua a leggere su Superando

Ennesimo stop al trasporto disabili Tundo, Foglietta: “Veicoli senza assicurazione, inaccettabile”

L’Amministrazione si è impegnata a pagare una parte dei compensi entro Natale, qualora Tundo non avesse fornito entro venerdì scorso le buste paga. Ennesimo stop al trasporto disabili del Comune di Torino. I bus di Tundo, che si occupano del servizio per conto di Palazzo Civico, sono rimasti fermi questa mattina perché sprovvisti dell’assicurazione.

Continua a leggere su Torino Oggi

Maternità e assistenza ai familiari e conviventi disabili: precisazioni dell’INPS sul congedo straordinario

La Corte Costituzionale precisa che i periodi di congedo straordinario non vanno conteggiati nei 60 giorni. Vediamo in quali casi. Il lavoratore  che assiste un familiare con grave disabilità ha diritto di usufruire del congedo straordinario. Nel caso di lavoratrice gestante, ha precisato la Corte Costituzionale, questo periodo va escluso dal computo dei 60 giorni che devono intercorrere tra l’inizio della sospensione, dell’assenza o della disoccupazione, e il congedo di maternità.

Continua a leggere su www.disabili.com

Invalidità. Innalzati i requisiti per diritto all’assegno sociale

Adeguato il requisito dei “65 anni” per le prestazioni agli invalidi civili. Novità sul  fronte invalidità civile: a partire dal 1° gennaio 2019 il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile viene innalzato di 5 mesi, passando da 66 anni e 7 mesi previsti per il 2018 ai 67 anni. Lo ha reso noto l’INPS con il messaggio n. 4570 del 2018.  Ricordiamo che al compimento dei “65esimo anno” (in realtà negli anni già rimodulato al rialzo, ndr) la pensione o l’assegno mensile erogati agli invalidi civili totali o parziali, come pure la pensione per i sordi civili, si trasforma in assegno sociale. Vediamo chi riguarda questa novità, e cosa bisogna fare.

Continua a leggere su www.disabili.com