Hai mai toccato una favola con mano? Esperienze sensoriali al Salone del Libro

Hai mai toccato una favola con mano? è il titolo del laboratorio sensoriale che la Lega del Filo d’Oro (cura, assistenza e riabilitazione dei bambini con disabilità sensoriale) ha proposto durante le giornate del Salone del Libro di Torino, pensato per far conoscere e sensibilizzare grandi e piccoli sul tema delle disabilità sensoriali, sperimentando in prima persona la cecità.

Durante l’incontro, i bambini coinvolti sono stati divisi in tre gruppi, a due dei quali è stato presentato un libro tattile (realizzato dall’associazione) sul tema della canzone di Sergio Endrigo Ci vuole un fiore: muniti di mascherine per coprirsi gli occhi, i piccoli hanno vissuto un’esperienza unicamente tattile attraverso il riconoscimento dei materiali presenti sulle pagine del libro. Al terzo gruppo è stata proposta la lettura di una favola, durante la quale è stato possibile toccare gli elementi della storia, presentati sotto forma di oggetti.

Attraverso la realizzazione di questi progetti è possibile favorire l’inclusione nella società e l’autonomia della persona con disabilità sensoriale.

Nicol Gavioli

Masterchef, i cuochi si sfidano all’Istituto dei ciechi

Questa sera in onda la puntata su Sky in cui i 14 concorrenti ancora in gara si sono sfidati preparando una cena per 34 persone non vedenti, che hanno valutato e decretato chi di loro ha saputo trasmettere le sensazioni più forti. “Una grande occasione per raggiungere un pubblico vasto che magari mai ha avuto contatti con il mondo della disabilità”. Leggi tutto “Masterchef, i cuochi si sfidano all’Istituto dei ciechi”

Il Centro di Riabilitazione Visiva di Torino resta all’Oftalmico

Dopo tante nubi e incertezze, una buona notizia è arrivata da Torino: il Centro di Riabilitazione Visiva (CRV), gestito dall’UICI locale (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), resterà nei locali dell’Ospedale Oftalmico, evitando così notevoli disagi alle tante persone con disabilità visiva che vi affluiscono. Soddisfazione viene espressa dall’UICI torinese, che si è anche vista rinnovare per il 2017 il mandato per la gestione dei vari servizi riabilitativi all’interno dello stesso Centro.

«Si addensano le nubi dell’incertezza sul CRV (Centro di Riabilitazione Visiva), gestito dall’UICI locale (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), così come sul resto dell’Ospedale Oftalmico di Torino»: così avevamo scritto nell’estate del 2015, riferendo anche delle migliaia di firme raccolte, oltreché delle varie rimostranze di medici, pazienti e associazioni di categoria, di fronte al prospettato ma incerto spostamento di sede per quella struttura.
Un anno e mezzo dopo, invece, arrivano buone notizie dal capoluogo piemontese, come informa la stessa UICI torinese. «Il CRV resterà nei locali dell’Ospedale Oftalmico – si legge infatti in una nota dell’Associazione – e non sarà trasferito. Tirano un respiro di sollievo le tante persone con disabilità visiva che quotidianamente frequentano la struttura. E anche noi, che nel Centro lavoriamo da anni, proponendo un’ampia gamma di servizi riabilitativi, esprimiamo soddisfazione per una scelta di buon senso. Da tempo, infatti, la Regione aveva annunciato lo smantellamento del Presidio Sanitario di Via Juvarra e lo spostamento dei reparti oculistici in altri ospedali cittadini. Di conseguenza anche il destino del CRV sembrava segnato. Da parte nostra, avevamo fatto sentire più volte la nostra voce, interpretando i timori dei ciechi e degli ipovedenti coinvolti, per i quali un trasferimento avrebbe comportato notevoli disagi».

Data: 05/01/2017

Continua a leggere su Superando.it

Alla scoperta degli… animali di Ancona

In collaborazione infatti con la Società Cooperativa Sociale OPERA, il Museo Tattile Statale Omero di Ancona propone per il 1° settembre un’iniziativa alla scoperta dei numerosi animali, e dei loro particolari significati, che decorano le facciate di edifici religiosi, civili e le piazze del capoluogo marchigiano. A concludere la giornata una visita multisensoriale alla bella mostra “Visioni Animali. Sculture d’Arte Contemporanea” il cui valore aggiunto è la possibilità di toccare le opere, rendendone così la fruizione accessibile anche alle persone con disabilità visiva. Leggi tutto “Alla scoperta degli… animali di Ancona”

Persone con disabilità visiva e manovre di primo soccorso

«Iniziative di questo genere aiutano a ribaltare alcuni stereotipi: la persona con disabilità, cioè colui che ha bisogno di aiuto, può, alla prova dei fatti, essere di grande aiuto agli altri». Così Franco Lepore, presidente dell’UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), commenta con soddisfazione, auspicando che sia solo l’inizio di un lungo cammino, il corso di rianimazione cardio-polmonare e uso del defribillatore, organizzato assieme agli operatori del 118, che ha coinvolto quindici persone cieche o ipovedenti. Leggi tutto “Persone con disabilità visiva e manovre di primo soccorso”

Sport disabili. Samsung crea la prima cuffia a tecnologia bluetooth per nuotatori ciechi

A tre mesi esatti dall’inizio delle Paralimpiadi di Rio 2016, una notizia che unisce sport e tecnologia. Samsung, che è sponsor ufficiale dei giochi olimpici, ha realizzato, in collaborazione con il Comitato Spagnolo Paralimpico, la prima cuffia per nuotatori non vedenti che, attraverso la tecnologia bluetooth, avvisa l’atleta dell’avvicinarsi del termine della vasca attraverso una vibrazione. Leggi tutto “Sport disabili. Samsung crea la prima cuffia a tecnologia bluetooth per nuotatori ciechi”

Non più solo fruitori, ma parte strutturale di quella mostra

C’è una mostra d’arte contemporanea, inaugurata nei giorni scorsi nel Molise, che si avvale dell’appoggio dell’UICI di Isernia (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dell’IRIFOR Molise (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI), dove in modo del tutto innovativo il percorso parallelo dedicato alle persone con disabilità visiva è parte strutturale sia della stessa mostra, sia della ricerca dell’artista Luciano Sozio, configurandosi a propria volta come un’ulteriore e complessa opera d’arte e di senso. Leggi tutto “Non più solo fruitori, ma parte strutturale di quella mostra”

“I ricordi del fiume” dei fratelli De Serio, con proiezione accessibile

Un film che farà discutere perché si occupa di un tema controverso quanto attuale. Un impegno sociale che si manifesta anche nelle scelte di distribuzione. Oggi, giovedì 21 aprile, esce a Torino il nuovo lavoro dei fratelli Gianluca e Massimiliano De Serio I ricordi del fiume, interamente girato al Platz, meglio conosciuto come il Campo Rom di Lungo Stura Lazio. Leggi tutto ““I ricordi del fiume” dei fratelli De Serio, con proiezione accessibile”