Forza Manuel…la vita ricomincia adesso!

Nei giorni scorsi avrete sicuramente letto o sentito del ferimento, a colpi di arma da fuoco, del promettente atleta Manuel Bortuzzo: il giovane nuotatore, soggetto a una lesione midollare completa, vivrà d’ora in poi in condizione di paraplegia, senza la possibilità di utilizzare gli arti inferiori a meno di progressi scientifici inaspettati. Resto volutamente fuori, per incompetenza e per rispettare il concetto di attenzione non giudicante tanto caro agli assistenti sociali, dagli sviluppi della giustizia per concentrarmi sull’aspetto umano e riabilitativo del caso.

Facendo parte della categoria dei cosiddetti “normodotati” non posso capire, e forse neanche lontanamente immaginare, cosa si provi fisicamente e psicologicamente nel ritrovarsi improvvisamente seduto su una carrozzina, e sapere che tutto questo durerà per il resto della propria esistenza.  Posso però affermare con certezza, da amico di numerose persone paraplegiche (tra cui molti campioni paralimpici) e da testimone di piccoli e grandi successi quotidiani, di trovarmi perfettamente allineato con il collega Antonio Giuseppe Malafarina e con la musicista e blogger Sofia Righetti. Il primo, sulle pagine online del Corriere ha scritto che “chi resta persona disabile oggi può,  in una crescente gamma di casi, contare sulla progettualità. Oggi è concesso pensare al futuro”; la seconda, sulla propria pagina Facebook, ha esortato il mondo a non cadere nel pietismo e nell’abilismo: “Manuel non è morto. Ha una paraplegia. Non camminare non è un inferno e non è morire da vivi, l’esistenza non diventa una frustrazione perenne (sì, ho letto anche questo). L’esistenza non è spezzata, e le centinaia di migliaia di persone in carrozzina che vivono e hanno una qualità di vita alta ne sono l’esempio vivente”.

Mi aggiungo quindi alla lista di coloro che affermano, pur non negando le difficoltà oggettive, che a 19 anni la vita può essere ugualmente gratificante e ricca di successi. Gli esempi sono tantissimi, molti dei quali qui vicino a noi, in Piemonte: tra i più conosciuti possiamo citare Patrizia Saccà, campionessa di tennistavolo per decenni e istruttrice di Yoga alla soglia dei 60 anni, oppure Danilo Ragona e Luca Paiardi, avventurieri coraggiosi in giro per il mondo con il progetto Viaggio Italia; senza dimenticare coloro che, tutti i giorni, lavorano, studiano e si prendono cura della propria famiglia. Dal basso della mia esperienza non posso far altro che invitare Manuel a ripartire da chi ha già vissuto la stessa esperienza e ad affidarsi con fiducia alle sapienti mani di medici, infermieri e volontari delle Unità Spinali italiane. Verso una storia tutta da scrivere.

A Loano i Campionati Italiani Assoluti di Nuoto Paralimpico

di Maria Vietti

Tra sabato 1 e domenica 2 dicembre si sono svolti a Loano i Campionati Italiani Assoluti Invernali di nuoto in vasca corta con 115 atleti provenienti  da 34 società diverse; il pubblico ha risposto positivamente con tante presenze sugli spalti. Al Doria Loano Nuoto sono fioccati sette record del mondo: la nostra torinese della Rari Nantes, Carlotta Gilli (Gs Fiamme Oro) ha ottenuto battuto il primato nei 100 stile libero S13 con 59″30 e nei 100 farfalla S13 con 1’03″92. Una grande emozione per lei e orgoglio per la nostra città.

Sono arrivati poi i risultati di Monica Boggioni (AICS Pavia Nuoto) nei 100 stile libero S5 con 1’23″89, Antonio Fantin (Aspea Padova) sia nei 50 con 31″51 e nei 100 stile libero S5 con 1’07″54, di Vincenzo Boni (GS Fiamme Oro / Caravaggio Sporting Village) nei 100 dorso S3 con 1’45″96 e di Giulia Ghiretti (GS Fiamme Oro / Ego Nuoto Parma) nei 50 farfalla S5 con 52″09. Altri sei grandi record europei hanno brillato questi giorni: si tratta di Simone Barlaam (Polha Varese) nei 50 farfalla S9 con 27″61 e nei 100 stile libero S9 con 54″85, Federico Morlacchi (Polha Varese) nei 100 rana SB8 con 1’09″99, Alessia Scortechini (CC Aniene) nei 100 farfalla S10 con 1’07″36 e Riccardo Menciotti (CC Aniene) nei 50 dorso S10 con 27″32.

La città di Loano ha festeggiato e accolto questo evento, con grande orgoglio, per la prima volta nella sua storia. Nella cerimonia di apertura il presidente della FINP Roberto Valori ha espresso grande soddisfazione, in quanto questa competizione rientra tra gli appuntamenti di rilevanza mondiale.

Le dichiarazioni del CT della nazionale Riccardo Vernole conducono invece lo sguardo più lontano: Tokyo 2020. I risultati ottenuti sono dei tasselli fondamentali per la preparazione alle Paralimpiadi. Con questa competizione si è aperta ufficialmente la stagione, quindi aspettiamoci molte altre prodezze e risultati dai nostri atleti azzurri!

Forza ragazzi e…stay strong!

Pioggia di medaglie per gli atleti piemontesi nel nuoto e nel tennistavolo

Lo scorso weekend è stato particolarmente prolifico per lo sport paralimpico piemontese. Si sono svolti in contemporanea, infatti, i Campionati Italiani Invernali Assoluti di nuoto e i Campionati Italiani di tennistavolo. I nostri atleti hanno portato a casa la bellezza di dodici medaglie, ottenute grazie alle prestazioni di Michela Padovan, Marco Dolfin, Mohamed Amine Kalem e Lorenzo Cordua. Leggi tutto “Pioggia di medaglie per gli atleti piemontesi nel nuoto e nel tennistavolo”

Alla PMT il derby di ritorno di basket in carrozzina

La vendetta, si dice, è un piatto che va servito freddo. Nel derby di ritorno tra PMT e HB Torino, valido per l’11° giornata del Campionato Italiano di Serie B di basket in carrozzina, la formazione capitanata da Troilo ha ottenuto la propria rivincita, battendo i rivali per 47-37 al termine di una partita comunque molto interessante. Nel weekend si sono disputati anche i Campionati Invernali di nuoto FSSI (Federazione Sport Sordi Italia): il Gruppo Sportivo Sordi Torino ha conquistato la bellezza di undici medaglie. Leggi tutto “Alla PMT il derby di ritorno di basket in carrozzina”

Sport disabili. Samsung crea la prima cuffia a tecnologia bluetooth per nuotatori ciechi

A tre mesi esatti dall’inizio delle Paralimpiadi di Rio 2016, una notizia che unisce sport e tecnologia. Samsung, che è sponsor ufficiale dei giochi olimpici, ha realizzato, in collaborazione con il Comitato Spagnolo Paralimpico, la prima cuffia per nuotatori non vedenti che, attraverso la tecnologia bluetooth, avvisa l’atleta dell’avvicinarsi del termine della vasca attraverso una vibrazione. Leggi tutto “Sport disabili. Samsung crea la prima cuffia a tecnologia bluetooth per nuotatori ciechi”

A nuoto da Cuba alla Florida, sfida alla disabilità per un 50enne italiano

Proseguono incessantemente, percorrendo ogni giorno dai 20 ai 22 chilometri in mare aperto, gli allenamenti di Salvatore Cimmino, il cinquantunenne dipendente di Finmeccanica e originario di Torre Annunziata che alla metà del prossimo settembre tenterà l’attraversamento a nuoto del tratto di mare che separa Cuba dalla Florida. Un’impresa clamorosa, tanto più che ad affrontarla è un uomo che dai quindici anni vive con una sola gamba. Leggi tutto “A nuoto da Cuba alla Florida, sfida alla disabilità per un 50enne italiano”