Disabilità, verso la Giornata Onu: “i 17 obiettivi per il futuro che vogliamo”

Mancano meno di 10 giorni alla ricorrenza, che le Nazioni Unite celebrano dal 1992 il 3 dicembre di ogni anno. Tema di questa edizione, 17 obiettivi di sviluppo sostenibile e un mondo “inclusivo”, da raggiungere entro il 2030. Dalla scuola alla salute, dall’accessibilità alla crescita economica. Leggi tutto “Disabilità, verso la Giornata Onu: “i 17 obiettivi per il futuro che vogliamo””

Lo sviluppo sostenibile e i diritti delle persone con disabilità

Appare del tutto degno di attenzione lo studio prodotto dall’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), intitolato “L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”, voluto – come la stessa ASviS – allo scopo di far crescere nel nostro Paese la conoscenza, l’attenzione, la sensibilità e l’impegno per tradurre in politiche concrete gli Obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, prodotta nel 2015 dalle Nazioni Unite. Un documento tanto più importante, ricordando quanto fossero espliciti, in quell’Agenda, i riferimenti ai diritti delle persone con disabilità. Leggi tutto “Lo sviluppo sostenibile e i diritti delle persone con disabilità”

Convenzione ONU: il “rapporto-ombra” e quello ufficiale

Verrà presentato il 14 marzo a Padova, per “volare” poi a Ginevra ed essere discusso, in attesa dell’esame ufficiale, nell’estate prossima, da parte del Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. È il “rapporto-ombra” sull’applicazione della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità in Italia, prodotto dal FID (Forum Italiano sulla Disabilità), alternativo a quello ufficiale del Governo. Per l’occasione forniamo anche ai Lettori l’elenco aggiornato dei 162 Paesi che hanno finora ratificato la Convenzione. Leggi tutto “Convenzione ONU: il “rapporto-ombra” e quello ufficiale”

Italia premiata dall’ONU per l’inclusione scolastica: è davvero necessaria una riforma radicale?

L’anno scolastico prosegue e come ogni anno si registrano malumori o disservizi. In Veneto si sottolinea da più parti la carenza di docenti per il sostegno e un po’ ovunque si continuano a registrare ricorsi delle famiglie ai tribunali ammnistrativi per ottenere le ore previste, in deroga. Nonostante le recenti assunzioni il numero dei docenti specializzati precari continua ad essere molto alto e in moltissimi casi è necessario ricorrere ai supplenti non specializzati, troppo spesso in continuo cambiamento. Le assunzioni su posto di sostegno sono state infatti meno di 25mila, su totale di circa 87mila cattedre assegnate. Leggi tutto “Italia premiata dall’ONU per l’inclusione scolastica: è davvero necessaria una riforma radicale?”