Brevi sulla disabilità

“Sport per tutti”, Banca Etica lancia il bando di crowdfunding Impatto+

Promuovere lo sport come strumento per l’integrazione e il superamento delle barriere, con particolare attenzione alla responsabilità sociale delle organizzazioni. E’ l’obiettivo del bando di crowdfunding Impatto+, lanciato dal Gruppo Banca Etica su Produzioni dal Basso e sostenuto dal Fondo per la Microfinanza e il Crowdfunding di Etica Sgr. Possono partecipare al bando i progetti volti ad ampliare l’accesso alle attività sportive o a migliorarne la qualità (per esempio: rinnovamento di strutture sportive; miglioramento dell’offerta didattica dei settori giovanili;

Continua a leggere su: ildenaro.it

Il nuovo Braille, un font universale dedicato a vedenti e non vedenti
Si chiama Braille Neue ed è stato messo a punto dal designer Kosuke Takahashi in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020

Continua a leggere su: wired.it

RadioOhm, Pro Loco e il Circolo Basaglia. Quando la radio diventa terapeutica

Ogni martedì, dalle 14 alle 15, in diretta dal circolo Basaglia di via Mantova 34 a Torino

Una grande stanza luminosa, tante sedie in circolo, facce vecchie e nuove con storie diverse da raccontare e talenti da esibire. Questa è Pro Loco, la trasmissione della webradio RadioOhm, che ogni martedì pomeriggio dalle 14 alle 15 va in diretta dal circolo Basaglia, in via Mantova 34 a Torino

Continua a leggere su: torinoggi.it

Abusi sulle Donne: Le testimonianze

Con l’avvicinarsi dell’8 marzo, a #VolonwriteYou si parla di donne vittime di abusi, maltrattamenti e violenze.

Lo faremo passando attraverso le opere d’arte realizzate dalle donne della comunità “Fragole Celesti” che hanno  dato vita alla mostra “Abusi – Testimonianze da una Comunità Terapeutica” allestita presso Palazzo Barolo in via Corte d’Appello 20 a Torino dal 4 al 28 marzo 2016.

In nostra compagnia avremo Stella De Zuani psicologa e psicoterapeuta dell’Associazione “Fermata d’Autobus” e Giulia Martini, responsabile della comunità “Fragole Celesti“, un progetto sperimentale che nasce nel circuito di Fermata d’Autobus, associazione specializzata nel trattamento di adulti affetti da doppia diagnosi.

Lo scopo della mostra è quello di tirare fuori da queste donne il loro mondo interiore che altrimenti rimarrebbe sopito e taciuto.

Ai microfoni Elisa e Caterina!