Trasporti, l’Unione Ciechi e Ipovedenti di Torino promuove GTT ma chiede attenzione per tutti

di Marco Berton

Promossa, ma con alcune riserve: è questo il “giudizio” dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Torino su GTT riguardo l’accessibilità dei mezzi del trasporto pubblico alle persone con disabilità visiva. Secondo l’associazione infatti, l’introduzione di nuove tecnologie è positiva ma deve essere comunque affiancata dalla massima attenzione verso chi può avere delle difficoltà ad utilizzarle come le persone anziane. Leggi tutto “Trasporti, l’Unione Ciechi e Ipovedenti di Torino promuove GTT ma chiede attenzione per tutti”

A Torino arriva DEPS, il sistema di parcheggio intelligente per persone con disabilità

DEPS parcheggio disabili

Un’applicazione per smartphone in grado di ricevere informazioni in tempo reale sui parcheggi riservati a persone con disabilità disponibili (e segnalare alle forze dell’ordine eventuali occupazioni abusive, ndr) grazie a un innovativo sistema di sensori e antenne: tutto è questo è DEPS, il nuovo progetto tecnologico sviluppato da IOT Solutions nell’ambito di Torino City Lab e destinato a migliorare la mobilità cittadina. Il tutto è stato creato grazie alla collaborazione di CPD – Consulta per le Persone in Difficoltà, Lions Distretto Ia1 – L.C. Stupinigi 2001, UICI – Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Torino e CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Leggi tutto “A Torino arriva DEPS, il sistema di parcheggio intelligente per persone con disabilità”

Tra barriere e ascensori rotti, la complicata mobilità delle persone con disabilità a Torino

In questi giorni, sulle pagine cartacee e online dei quotidiani torinesi, hanno suscitato particolare interesse due notizie riguardanti la disabilità: la caduta in strada dell’ex atleta paralimpica Patrizia Saccà e la “forzata” permanenza in casa di Maria Naum a causa di un ascensore rotto. Leggi tutto “Tra barriere e ascensori rotti, la complicata mobilità delle persone con disabilità a Torino”

Con l’avventura verso la Sicilia Viaggio Italia aiuta le unità spinali

di Marco Berton

È ripartito martedì da Torino Viaggio Italia Around the World, il progetto di sensibilizzazione sulle tematiche legate alla disabilità ideato da Danilo Ragona e Luca Paiardi. I due amici hanno lasciato la città in handbike, seguiti da una piccola scia di amici, conoscenti e curiosi, per iniziare il proprio percorso alla volta della Sicilia (e più precisamente dell’Etna, ndr), che li porterà ad attraversare tutto il paese alla scoperta delle piste ciclabili. Leggi tutto “Con l’avventura verso la Sicilia Viaggio Italia aiuta le unità spinali”

La mobilità attiva fa bene, anche all’accessibilità

di Marco Berton

Da tempo, a Torino e in altre grandi città italiane, è in atto una sorta di “guerra” che contrappone due fazioni: la prima riguarda chi porta avanti un’incessante politica di sviluppo della mobilità attiva attraverso diversi interventi come nuove piste e corsie ciclabili, l’introduzione di innovazioni come case avanzate e controviali a 20 km/h, la messa in sicurezza di incroci e attraversamenti, l’istituzione di nuove aree pedonali e delle cosiddette “zone” 30″. Leggi tutto “La mobilità attiva fa bene, anche all’accessibilità”

Coronavirus: Fase 2 e trasporti a Torino, il disability manager Lepore: “Persone con disabilità dimenticate”

inaugurazione sede disability manager torino

di Marco Berton

Mercoledì pomeriggio, l’assessora ai trasporti della Città di Torino Maria Lapierta e l’amministratore delegato di Gtt Giovanni Foti hanno presentato, durante un’apposita Commissione, il piano di mobilità e trasporto pubblico locale per affrontare la “fase 2” dell’emergenza coronavirus. Il modello presentato non ha incontrato il gradimento del disability manager cittadino Franco Lepore, che ha espresso le proprie perplessità attraverso un lungo post sulla propria pagina Facebook. Leggi tutto “Coronavirus: Fase 2 e trasporti a Torino, il disability manager Lepore: “Persone con disabilità dimenticate””

Brevi sulla disabilità – 17 dicembre 2018

A Natale lo shopping diventa etico: dove trovare i regali solidali e quali scegliere

Acquistare dei regali natalizi utili e originali, che siano al contempo anche solidali, è possibile: vi spieghiamo come. Con l’approssimarsi del Natale si inizia a pensare ai preparativi per le feste, ai momenti che passeremo con le persone care, ma scatta anche la ricerca dei regali da mettere sotto l’albero. Ogni anno ci si preoccupa di acquistare qualcosa di originale, che possa sorprendere chi lo riceve, ma perché non far sì che questo sia anche un gesto etico, scegliendo regali che sostengono cause e progetti di solidarietà?

Continua a leggere su www.disabili.com

Dare forma ai sogni

Come si fa a dare forma ai sogni? Oppure, come direbbe Ligabue, sono i sogni che danno forma al mondo? C’è una persona che conosco che è capace di fare tutte e due le cose insieme. Il suo nome è Felice Tagliaferri, professione scultore. Sicuramente il suo nome vi avrà fatto risuonare qualche campana perché Felice ormai è piuttosto famoso, non solo in Italia, il suo lavoro di ceramista, oltre che di artista, è infatti riconosciuto a livello internazionale.

Continua a leggere su Superabile

Una preziosa guida sull’inclusione scolastica

«Conoscere e condividere le norme vuol dire sapere i ruoli di ciascuno, cosa è previsto e cosa deve essere garantito, senza pensare di dover chiedere o concedere “favori”. Tutto questo pone le basi per una reale collaborazione scuola-famiglia, elemento indispensabile per un’inclusione scolastica che sia efficace ed utile per tutti gli attori coinvolti, primi fra tutti gli alunni con disabilità»: lo dichiarano i responsabili dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), presentando una nuova “Guida sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità in Italia”.

Continua a leggere su Superando

Ennesimo stop al trasporto disabili Tundo, Foglietta: “Veicoli senza assicurazione, inaccettabile”

L’Amministrazione si è impegnata a pagare una parte dei compensi entro Natale, qualora Tundo non avesse fornito entro venerdì scorso le buste paga. Ennesimo stop al trasporto disabili del Comune di Torino. I bus di Tundo, che si occupano del servizio per conto di Palazzo Civico, sono rimasti fermi questa mattina perché sprovvisti dell’assicurazione.

Continua a leggere su Torino Oggi

Maternità e assistenza ai familiari e conviventi disabili: precisazioni dell’INPS sul congedo straordinario

La Corte Costituzionale precisa che i periodi di congedo straordinario non vanno conteggiati nei 60 giorni. Vediamo in quali casi. Il lavoratore  che assiste un familiare con grave disabilità ha diritto di usufruire del congedo straordinario. Nel caso di lavoratrice gestante, ha precisato la Corte Costituzionale, questo periodo va escluso dal computo dei 60 giorni che devono intercorrere tra l’inizio della sospensione, dell’assenza o della disoccupazione, e il congedo di maternità.

Continua a leggere su www.disabili.com

Invalidità. Innalzati i requisiti per diritto all’assegno sociale

Adeguato il requisito dei “65 anni” per le prestazioni agli invalidi civili. Novità sul  fronte invalidità civile: a partire dal 1° gennaio 2019 il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile viene innalzato di 5 mesi, passando da 66 anni e 7 mesi previsti per il 2018 ai 67 anni. Lo ha reso noto l’INPS con il messaggio n. 4570 del 2018.  Ricordiamo che al compimento dei “65esimo anno” (in realtà negli anni già rimodulato al rialzo, ndr) la pensione o l’assegno mensile erogati agli invalidi civili totali o parziali, come pure la pensione per i sordi civili, si trasforma in assegno sociale. Vediamo chi riguarda questa novità, e cosa bisogna fare.

Continua a leggere su www.disabili.com

Trasporto pubblico: per aiutare chi non vede

Nel corso di un recente momento di confronto sul trasporto pubblico con GTT (Gruppo Torinese Trasporti), rivolto alle Associazioni che si occupano di disabilità visiva, l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) del capoluogo piemontese ha consegnato all’azienda un testo con alcune raccomandazioni rivolte principalmente ai conducenti dei mezzi, semplici accorgimenti pratici riguardanti la sosta in fermata o il modo di fornire indicazioni e l’eventuale aiuto che però, se messi in atto, possono realmente fare la differenza. Leggi tutto “Trasporto pubblico: per aiutare chi non vede”