Alla scoperta degli artisti irregolari: a Torino la sesta edizione del Festival dell’Outsider Art e Arte Irregolare, “Sono altro. Sono altrove”

Maria Orecchioni outsider art

di Federica Coraglia e Matteo Banche Niclot

Dal primo ottobre a Palazzo Barolo ha aperto al pubblico “Sono altro. Sono altrove”, il VI Festival dell’Outsider Art e Arte Irregolare con mostre ed eventi fino al 14 ottobre. La mostra ospita opere di autrici e autori italiani riconosciuti a livello internazionale suddividendole in quattro aree tematiche: medianità, devozione, passione e apparizioni. Leggi tutto “Alla scoperta degli artisti irregolari: a Torino la sesta edizione del Festival dell’Outsider Art e Arte Irregolare, “Sono altro. Sono altrove””

A Torino arriva “Sono altro, sono altrove”, il Festival Internazionale dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare

di Gaia Leone e Anna Vento

Sono altro, sono altrove“, il VI Festival dell’Outsider Art e Arte Irregolare arriva a Torino.  L’edizione internazionale della rassegna, in programma a Palazzo Barolo, è composta da mostre ed eventi gratuiti partiti sabato 25 settembre per terminare  giovedì 14 ottobre.

COS’È IL FESTIVAL DELL’ARTE IRREGOLARE?

È un festival che, attraverso l’arte e la bellezza nascosta, è in grado di far scoprire al vasto pubblico opere di autori e autrici che esprimono la loro sensibilità in modo originale, senza filtri concettuali e ben lontani dalle logiche che accompagnano il mercato o la fama. È un festival coinvolgente che permette a chiunque di sentirsi e percepirsi come “altro” immerso in un “altrove” durante la visione, una bolla spazio-temporale che permette di abbracciare la bellezza di un’arte così anticonvenzionale ma, contemporaneamente, anche di farsi trasportare e assorbire come parte dell’esperienza estetica.

COSA ASPETTARSI DAL FESTIVAL?

L’organizzatrice e curatrice Tea Taramino ha raccontato ai microfoni di Volonwrite che le mostre, intrecciando diverse prospettive, permettono di “sbirciare la bellezza espressa da mondi fragili e spesso in ombra distinguendo fra la produzione indipendente, insolita e irriducibile dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare, le forme d’arte personali e originali sviluppate negli atelier protetti e le pratiche di educazione emozionale e di arte terapia con un focus specifico al contrasto della violenza di genere“. Il pubblico potrà quindi accostarsi a immaginari insoliti, alle rappresentazioni di un sentito visionario e appassionato dialogo con santi, defunti, intelligenze intergalattiche, alieni e altre entità immaginarie e reali non ben identificabili.

La rassegna ha ricevuto il patrocinio della Città di Torino: “La pandemia – ha commentato Monica Lo Cascio, Direttrice della Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarieha tracciato dei limiti per tutti e tutte e ancor più per i soggetti fragili che hanno dovuto affrontare la crisi sanitaria con tutte le difficoltà del caso. Questo periodo storico ha accentuato ancor di più il ruolo fondamentale della prevenzione sanitaria primaria e secondaria, ma anche dell’importante relazione mente e corpo“.

Il ruolo terapeutico e sperimentale dell’arte irregolare, non solo per chi vive l’arte da spettatore ma anche per gli studenti che possono cimentarsi nella dimensione sociale di progetti artistici pubblici che migliorino la qualità della vita urbana, è stato chiamato in causa anche dal Direttore dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino Edoardo Di Mauro.
.
PERCHÉ TORINO?

Il festival, itinerante e a cadenza annuale, per il 2021 ha scelto come sede Torino per gli esempi di welfare culturale, per la singolare storia cittadina – soprannominata magica proprio per il connubio tra razionale e irrazionale – e per le collezioni pubbliche di Art Brut e Arte Irregolare dell’Università degli Studi di Torino, dell’Ex Ospedale Psichiatrico di Collegno e della Città di Torino. Le mostre saranno distribuite in diversi luoghi di Torino: Palazzo Barolo, Accademia Albertina di Belle Arti, InGenio Arte Contemporanea, Galleria Gliacrobati e DRIM/ Contemporary ground.

L’importanza della città in questo particolare ambito artistico è stata ricordata anche dallo psichiatra Giorgio Gallino, Direttore della Struttura Complessa Rete Ospedale Territorio: “Torino – ha affermato – sta conquistando una posizione di punto nevralgico dell’arte irregolare al pari di altre città europee e non come Losanna, New York e Parigi. Gli artisti irregolari promuovo e divulgano così la propria arte con ugual dignità e rispetto di qualsiasi altro artista: il dialogo e lo scambio reciproco tra le diverse correnti artistiche può essere un momento di accrescimento culturale, senza limitarsi ad uno sguardo prettamente economico“.

La partecipazione può avvenire tramite prenotazione nominale solo se in possesso di green pass (www.festivalarteirregolare.it).

Cinema e accessibilità, in arrivo la proiezione di “La notte di San Lorenzo” dei fratelli Taviani

+ cultura accessibile

di Marco Berton

A Torino si torna al cinema grazie all’associazione +Cultura Accessibile e a CSC-Cineteca Nazionale. Sono previste a breve, infatti, due proiezioni speciali e completamente accessibili alle persone con disabilità del film La notte di San Lorenzo dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani. Leggi tutto “Cinema e accessibilità, in arrivo la proiezione di “La notte di San Lorenzo” dei fratelli Taviani”

Musica, viaggi, sport, sessualità e disabilità: liberi di essere al Festival dei Diritti Umani 2020

festival diritti umani milano

Le diverse sfaccettature della disabilità sono al centro dell’edizione 2020 del Festival dei Diritti Umani. Molte di queste sono state affrontate durante l’appuntamento odierno della sezione EDU, con ospiti in grado di trasmettere, attraverso la propria esperienza personale, la possibilità di vivere seguendo le proprie aspettative e aspirazioni. Leggi tutto “Musica, viaggi, sport, sessualità e disabilità: liberi di essere al Festival dei Diritti Umani 2020”

Brevi sulla disabilità – 21 aprile 2020

“Fase 2” dell’emergenza Covid: quali attenzioni per le persone con disabilità?

Inutile negarlo: questa situazione di emergenza ha aumentato l’isolamento sociale soprattutto di chi è disabile o ha un familiare disabile. Si parla tanto di “fase 2” ma, viene da chiedersi, oltre a pensare alle aziende, le Istituzioni staranno ragionando su un prossimo step che preveda anche la ripresa dell’assistenza domiciliare, la riapertura dei centri diurni e un percorso di accompagnamento per chi ha bisogni particolare? Magari studiato con il coinvolgimento delle famiglie e degli utenti?

Continua a leggere su Disabili.com

I tanti casi “strani” della scuola e la valutazione degli alunni con disabilità

Si arricchisce ulteriormente il dibattito da noi avviato in queste settimane sul tema della valutazione degli alunni con e senza disabilità, ospitando questa volta l’intervento di Alessandro Paramatti, caregiver e padre di una donna con disabilità, membro del Coordinamento Nazionale dell’Ufficio delle Politiche per le Disabilità della CGIL, cui risponde, come nei casi precedenti, Salvatore Nocera, che aveva avviato il dibattito stesso, firmando il contributo intitolato “Riflessioni sulla valutazione degli alunni con e senza disabilità”

Continua a leggere su Superando

Una Biennale d’Arte tutta a base di iniziative digitali accessibili

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona ha promosso un’edizione speciale della propria tradizionale “Biennale Arteinsieme – Cultura e Culture senza barriere”, invitando tutti i musei e i luoghi della cultura ad adottare iniziative digitali accessibili alle persone con disabilità, ovvero video con sottotitoli per le persone sorde, descrizioni audio per le persone con disabilità visiva, testi chiari e ad alta leggibilità per le persone con disagio mentale. E numerose note istituzioni culturali hanno già risposto positivamente.

Continua a leggere su Superando

Decreto Cura Italia: il lavoratore che si assenta per assistere un figlio disabile non può essere licenziato per giusta causa

Come abbiamo avuto modo di approfondire nei giorni scorsi, numerosi sono gli interventi che il Governo ha previsto, attraverso il decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020), per contenere le problematiche economiche e sanitarie derivanti dall’emergenza che stiamo vivendo a causa dell’epidemia da Coronavirus. Tra le misure introdotte per sostenere il sistema produttivo e tutelare la forza lavoro, abbiamo esaminato in particolare gli articoli che introducono tutele per i lavoratori con disabilità o che hanno familiari disabili nel loro nucleo.

Continua a leggere su Disabili.com

Disabilità grave e Covid-19: “La sfida in salita delle famiglie”

Tra le realtà che hanno dovuto sospendere il servizio a causa dell’emergenza coronavirus c’è la comunità Sant’Andrea, il Centro diurno con sede a Capodarco di Fermo che accoglie disabili gravi in regime semi-residenziale. Una vera e propria famiglia allargata, abituata a relazioni e contatti quotidiani, che oggi è costretta a vivere separata per affrontare al meglio una battaglia difficile.

Continua a leggere su Redattore Sociale

Fabbricanti di universi: la mostra d’arte irregolare che stupisce Torino

di Coryse Farina

Fino al 14 giugno è in programma la mostra “Fabbricanti di Universi”, a cura di Forme in bilico e MUFANT e promossa nell’ambito del Progetto AxTo della città di Torino. Grazie al contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, numerosi artisti irregolari hanno la possibilità di esporre e mettere in risalto le proprie opere nel cuore pulsante della città. L’esposizione durerà ben 3 mesi e sarà composta da dipinti, sculture, arte digitale, installazioni, illustrazioni, disegni ed opere di assemblage e collage. Leggi tutto “Fabbricanti di universi: la mostra d’arte irregolare che stupisce Torino”

Brevi sulla disabilità – 17 dicembre 2018

A Natale lo shopping diventa etico: dove trovare i regali solidali e quali scegliere

Acquistare dei regali natalizi utili e originali, che siano al contempo anche solidali, è possibile: vi spieghiamo come. Con l’approssimarsi del Natale si inizia a pensare ai preparativi per le feste, ai momenti che passeremo con le persone care, ma scatta anche la ricerca dei regali da mettere sotto l’albero. Ogni anno ci si preoccupa di acquistare qualcosa di originale, che possa sorprendere chi lo riceve, ma perché non far sì che questo sia anche un gesto etico, scegliendo regali che sostengono cause e progetti di solidarietà?

Continua a leggere su www.disabili.com

Dare forma ai sogni

Come si fa a dare forma ai sogni? Oppure, come direbbe Ligabue, sono i sogni che danno forma al mondo? C’è una persona che conosco che è capace di fare tutte e due le cose insieme. Il suo nome è Felice Tagliaferri, professione scultore. Sicuramente il suo nome vi avrà fatto risuonare qualche campana perché Felice ormai è piuttosto famoso, non solo in Italia, il suo lavoro di ceramista, oltre che di artista, è infatti riconosciuto a livello internazionale.

Continua a leggere su Superabile

Una preziosa guida sull’inclusione scolastica

«Conoscere e condividere le norme vuol dire sapere i ruoli di ciascuno, cosa è previsto e cosa deve essere garantito, senza pensare di dover chiedere o concedere “favori”. Tutto questo pone le basi per una reale collaborazione scuola-famiglia, elemento indispensabile per un’inclusione scolastica che sia efficace ed utile per tutti gli attori coinvolti, primi fra tutti gli alunni con disabilità»: lo dichiarano i responsabili dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), presentando una nuova “Guida sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità in Italia”.

Continua a leggere su Superando

Ennesimo stop al trasporto disabili Tundo, Foglietta: “Veicoli senza assicurazione, inaccettabile”

L’Amministrazione si è impegnata a pagare una parte dei compensi entro Natale, qualora Tundo non avesse fornito entro venerdì scorso le buste paga. Ennesimo stop al trasporto disabili del Comune di Torino. I bus di Tundo, che si occupano del servizio per conto di Palazzo Civico, sono rimasti fermi questa mattina perché sprovvisti dell’assicurazione.

Continua a leggere su Torino Oggi

Maternità e assistenza ai familiari e conviventi disabili: precisazioni dell’INPS sul congedo straordinario

La Corte Costituzionale precisa che i periodi di congedo straordinario non vanno conteggiati nei 60 giorni. Vediamo in quali casi. Il lavoratore  che assiste un familiare con grave disabilità ha diritto di usufruire del congedo straordinario. Nel caso di lavoratrice gestante, ha precisato la Corte Costituzionale, questo periodo va escluso dal computo dei 60 giorni che devono intercorrere tra l’inizio della sospensione, dell’assenza o della disoccupazione, e il congedo di maternità.

Continua a leggere su www.disabili.com

Invalidità. Innalzati i requisiti per diritto all’assegno sociale

Adeguato il requisito dei “65 anni” per le prestazioni agli invalidi civili. Novità sul  fronte invalidità civile: a partire dal 1° gennaio 2019 il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile viene innalzato di 5 mesi, passando da 66 anni e 7 mesi previsti per il 2018 ai 67 anni. Lo ha reso noto l’INPS con il messaggio n. 4570 del 2018.  Ricordiamo che al compimento dei “65esimo anno” (in realtà negli anni già rimodulato al rialzo, ndr) la pensione o l’assegno mensile erogati agli invalidi civili totali o parziali, come pure la pensione per i sordi civili, si trasforma in assegno sociale. Vediamo chi riguarda questa novità, e cosa bisogna fare.

Continua a leggere su www.disabili.com

Convegno sulla cultura accessibile: alle OGR l’arte è di tutti!

Dall’arte “per tutti” all’arte “di tutti”: è questo il cambiamento culturale richiesto a gran voce al convegno sull’accessibilità della cultura andato in scena giovedì 6 dicembre alle Officine Grandi Riparazioni di Torino. L’evento è stato organizzato, in occasione del 3 Dicembre – Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dalla Fondazione CRT e da Fondazione PAIDEIA in collaborazione con la Consulta per le Persone in Difficoltà. Leggi tutto “Convegno sulla cultura accessibile: alle OGR l’arte è di tutti!”

Im)permeabili, dal 27 ottobre al 28 novembre la nuova mostra per la Rassegna Singolare- Plurale al PARI

La nuova mostra della Rassegna Singolare-Plurale Im)permabili si articola in tre diverde location di Torino, che hanno in comune la forza dell’arte e della sua capacità comunicativa, per superare i pregiudizi e unire artisti mainstream e artisti irregolari.

Leggi tutto “Im)permeabili, dal 27 ottobre al 28 novembre la nuova mostra per la Rassegna Singolare- Plurale al PARI”