Hackability4Moi, le periferie secondo le persone con disabilità

La non profit torinese Hackability organizza, per sabato 13 aprile, l’evento Hackability4Moi: studentesse e studenti del corso di laurea in “Tecnologie per la disabilità” del Politecnico di Torino, maker, designer, persone con disabilità e care giver si ritroveranno presso gli spazi del co-working Toolbox e di Fablab in Via Egeo 16, suddivisi in cinque tavoli di lavoro, per studiare soluzioni in grado di aumentare l´accessibilità degli spazi e l’autonomia per chi vive nella zona tra gli Ex Mercati generali e il Lingotto. Leggi tutto “Hackability4Moi, le periferie secondo le persone con disabilità”

Brevi sulla disabilità – 13/11/2018

Diversity e disability management: a che punto siamo in Italia?

Il 22 novembre all’Auditorium Inail di Roma si parlerà di gestione della diversità e buone prassi d’integrazione nel contesto lavorativo nel corso del convegno promosso dall’Associazione Abilitando In una società sempre più complessa, anche i luoghi di lavoro sono caratterizzati da una sempre più marcata presenza di differenze espressive della molteplicità delle soggettività sociali, culturali, individuali: genere, età, origini etniche, disabilità, orientamento sessuale, caratteristiche di personalità, stili cognitivi, livello di istruzione, background ecc. Il Diversity Management è l’approccio multilaterale che riconosce le differenze per gestirle attivamente, non solo in un’ottica etica ma anche come forte elemento di “employer branding” e strumento per aumentare la competitività dell’azienda e le possibilità di successo.

Continua a leggere su www.disabili.com

Riconoscere gli ausili come strumento di cittadinanza

«Sarà un evento quanto mai utile ad aprire un confronto costruttivo e propositivo con le Istituzioni, per costruire percorsi condivisi, che abbiano come unico obiettivo quello di riconoscere gli ausili come strumenti di cittadinanza e non invece come meri strumenti di compensazione della menomazione»: così Vincenzo Falabella, presidente della FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici), presenta l’incontro intitolato “LEA e Nomenclatore Tariffario. Dagli ausili monouso al pieno Diritto di Cittadinanza per le Persone con disabilità”, che si terrà il 12 dicembre prossimo a Bologna.

Continua a leggere su Superando

Lavoro e disabilità: chi li ha visti quei provvedimenti?

Dopo oltre tre anni da un Decreto Legislativo intervenuto per semplificare e potenziare la Legge 68/99 sul collocamento mirato delle persone con disabilità, non vi è ancora traccia né delle Linee Guida in materia di collocamento mirato delle persone con disabilità, né della Banca Dati del Collocamento Mirato, previste da quello stesso Decreto. A rompere ora il silenzio, è intervenuta la deputata Lisa Noja, con due specifiche Interrogazioni a risposta scritta, rivolte al Ministro del Lavoro e a quello per la Famiglia e per le Disabilità, chiedendo conto dell’applicazione di quella norma.

Continua a leggere su Superando

Brevi sulla disabilità – 23 marzo 2018

L’ISTITUTO INVAT È UN SOGNO DIVENTATO REALTÀ

Nato lo scorso anno, l’INVAT (Istituto Nazionale di Valutazione Ausili e Tecnologie), nuovo Ente collegato all’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), ha come scopo precipuo quello di valutare e promuovere sul territorio gli ausili e le strumentazioni volti a favorire l’autonomia personale e la mobilità autonoma delle persone cieche e ipovedenti. «È un sogno divenuto realtà – scrive il direttore generale Franco Lisi – e ora l’auspicio è che l’Istituto possa diventare un’Autorità Nazionale riconosciuta nel campo dell’accessibilità della tecnologia intesa nell’accezione più ampia»

Continua leggere su Superando.it 

VENARIA APPROVA UNA MOZIONE IN FAVORE DELLE PERSONE SORDE

E’ arrivata all’approvazione unanime la mozione, presentata dalla consigliera Barbara Virga e dal consigliere Salvatore Ippolito, per chiedere al Comune di Venaria di riconoscere la Lingua dei Segni Italiana (LIS) “come importante strumento di comunicazione per le persone sorde”.

Continua leggere su Sordionline.com

IL 25 MARZO TORINO CORRE LA”ACUS RUN 2018”
Corsa podistica a favore del progetto “Protezione Famiglia” della FARO. • Al via il ‘3° Memorial Sergio Bertoldini’: corsa non competitiva aperta a tutti di 10 km, oppure camminata di 5 km e corsa di 1 km per i bambini. Ritrovo e partenza della gara ore 10, in Viale Michelotti 21

Continua leggere su Torinosportiva.it

Brevi sulla disabilità – 22 marzo 2018

IRAN, PER LA PRIMA VOLTA IN PASSERELLA SFILANO MODELLI CON DISABILITÀ

Per la prima volta si è tenuta a Teheran una sfilata di moda che ha avuto come protagonisti dei modelli con disabilità. Durante l’evento sono stati introdotti più di 50 capi d’abbigliamento destinati a persone affette da oltre 15 tipi di malattie che provocano disabilità o mobilità limitata. Oltre ai problemi fisici, gli individui con disabilità lamentano una mancanza di attenzione da parte delle case d’abbigliamento alle loro esigenze. Anche semplici movimenti possono portare alla lacerazione di un tessuto non pensato per essere indossato da una persona con disabilità.

Continua a leggere su Euronews.com

START UP GENOVESE “IN ROSA” LANCIA UNA “APP” LOW COST PER AIUTARE A COMUNICARE CHI SOFFRE DI AUTISMO

La rivoluzione low cost per bimbi e adulti che hanno difficoltà nella comunicazione verbale parte da Genova. La novità è rappresentata da una app, molto semplice da utilizzare e programmare, realizzata da un gruppo di professionisti genovesi. Una novità mondiale ideata da un gruppo con età media 33 anni e destinata a oltre 180 milioni di persone con disabilità intellettiva e disturbi dello spettro autistico nel mondo, solo in Italia quasi 500mila.“Almeno il 30% di queste persone ricorre a sistemi comunicativi alternativi con centinaia di applicazioni e software creati per favorire l’espressione di bisogni e necessità. Troppo spesso i costi sono proibitivi”, sottolinea Federica Floris, psicologa e fondatrice con l’ingegnere Alessandra Piaggio della startup Alos. Una società innovativa a vocazione sociale tutta ‘al femminile’.

Continua leggere su Genova24 

SCLEROSI MULTIPLA, UN VIDEOGIOCO PER LAVORARE SULLA RIABILITAZIONE ANCHE A CASA PROPRIA

Un videogioco con dispositivi high-tech che consente alle persone con sclerosi multipla di fare riabilitazione direttamente da casa, sotto continuo monitoraggio medico. Si chiama Ms-Fit ed è un gioco digitale sviluppato da Roche ed Helaglobe srl, con il coinvolgimento di 12 centri neurologici diffusi in tutta Italia e della Fondazione italiana sclerosi multipla (Fism). Ms-Fit, spiegano i suoi realizzatori, «utilizza le caratteristiche fondamentali dei videogames per consentire a chi vive con la sclerosi multipla di svolgere quotidianamente un’attività fisica adattata, sotto lo stretto monitoraggio del medico che ne riceve i dati e i progressi» attraverso una piattaforma dedicata. Il tutto avviene grazie a un mini-personal computer e un controller del movimento: l’utente vede riprodotto sullo schermo un avatar che lo guida nello svolgimento degli esercizi.

Continua a leggere su LaStampa.it

Sport disabili. Samsung crea la prima cuffia a tecnologia bluetooth per nuotatori ciechi

A tre mesi esatti dall’inizio delle Paralimpiadi di Rio 2016, una notizia che unisce sport e tecnologia. Samsung, che è sponsor ufficiale dei giochi olimpici, ha realizzato, in collaborazione con il Comitato Spagnolo Paralimpico, la prima cuffia per nuotatori non vedenti che, attraverso la tecnologia bluetooth, avvisa l’atleta dell’avvicinarsi del termine della vasca attraverso una vibrazione. Leggi tutto “Sport disabili. Samsung crea la prima cuffia a tecnologia bluetooth per nuotatori ciechi”