Brevi sulla disabilità – La rassegna stampa del 12 febbraio 2021

Le 100 donne della Rete RED, in occasione di San Valentino, denunciano la doppia discriminazione dell’essere donne e disabili

«Vogliamo un altro San Valentino: quello che celebra il rispetto e combatte la doppia discriminazione». No alla discriminazione. No alla violenza. Sì al rispetto. È ciò che chiedono le donne della Rete RED, un gruppo di 100 donne che appartengono ad AISM e che sono state formate dall’associazione stessa all’ascolto e alla comprensione dei disagi di donne con sclerosi multipla, che vengono quotidianamente colpevolizzate perché donne e perché ammalate.

Continua a leggere su Vita Non Profit 

Disabilità e povertà: un rapporto sempre molto stretto

Secondo l’Eurostat, due anni fa il 28,4% della popolazione dell’Unione Europea con disabilità (in Italia il 29,4%), di età pari o superiore a 16 anni, era a rischio di povertà o esclusione sociale, rispetto al 18,4% dei cittadini senza disabilità. Una risultanza, questa, che, pur con differenze anche notevoli tra i diversi Paesi, si conferma come una tendenza generale. Dati che confermano quanto da sempre scriviamo, ovvero che la disabilità “accelera la povertà” (e viceversa). E dati, oltretutto, riferiti a prima della pandemia, la quale ha certamente reso ancor più drammatica la situazione.

Continua a leggere su Superando

Fish sul Piano Vaccini: “tre quarti delle persone con disabilità rischiano di essere escluse”

Come abbiamo avuto modo di darvi conto ieri, nei giorni scorsi è stato aggiornato il piano vaccinale nazionale con la programazione delle prossime somministrazioni di vaccino anti coronavirus alla popolazione italiana.
La principale novità è che verrà fatta partire la Fase 3 (con l’immunizzazione di …… ai quali viene somministrato il vaccino Astra Zeneca), parallelamente alla conclusione della Fase 1 che è tuttora in corso, e vede, dopo la vaccinazione a ospiti e operatori di rsa e operatori sanitari, la vaccinazione degli anziani over 80.

Continua  a leggere su Disabili.com

#NoEsonero: la mobilitazione per l’inclusione scolastica parte dai social

L’alunno con disabilità potrà essere esonerato da alcune discipline e sarà possibile ridurre il suo orario scolastico: sono i due punti maggiormente critici evidenziati dal Coordinamento italiano insegnanti di sostegno e da alcune associazioni. La battaglia inizia con la foto del profilo.

Continua a leggere su Superabile INAIL

Inserire anche i caregiver tra le categorie da vaccinare prioritariamente

Pur accogliendo positivamente il nuovo documento del Ministero della Salute, che ha incluso le persone con disabilità in condizione di particolare fragilità tra i gruppi prioritari cui somministrare il vaccino anti-Covid, Rocco Berardo, coordinatore delle iniziative sulla disabilità dell’Associazione Luca Coscioni, dichiara in una nota che «la nostra organizzazione ci tiene a rilanciare i motivi dell’appello lanciato nei giorni scorsi dal nostro copresidente Marco Gentili, secondo cui non solo le persone con disabilità devono essere vaccinate, ma anche i caregiver che se ne prendono cura».

Continua a leggere su Superando

La denuncia di Ledha: “Lockdown finito ma non per le persone con disabilità”

di Marco Berton

Ledha (associazione di promozione sociale che riunisce oltre 180 organizzazioni operanti in Lombardia, ndr), a seguito di diverse segnalazioni ricevute al proprio Centro Anti-Discriminazioni, ha denunciato l’impossibilità di fare visita ai parenti con disabilità nelle strutture residenziali del territorio. Tutto ciò a seguito di un Decreto della Giunta Regionale: il permesso, infatti, può essere concesso solo eccezionalmente e su autorizzazione del responsabile medico. Secondo Ledha le persone con disabilità starebbero prolungando il proprio periodo di lockdown in modo immotivato e sproporzionato rispetto alle relazioni sociali libere vissute al di fuori delle strutture.  Leggi tutto “La denuncia di Ledha: “Lockdown finito ma non per le persone con disabilità””

La discriminazione verso la disabilità ai tempi del “Giorno della memoria” – 2

di Irene Formento

Discriminare. Isolare. Deridere. Indebolire. Allontanare. Rinchiudere. Distruggere. Chi viene considerato diverso dalla maggioranza e dagli stereotipi di perfezione imposti dalla società, rischia questo. La sua presenza toglie omogeneità alla massa, crea complessità e, spesso, mette in difficoltà o a disagio chi vuole avere una visione d’insieme pulita ed omogenea. Molto più semplice eliminare il diverso, piuttosto che cercare di comprenderlo e, se necessario, creare qualcosa per includerlo nella società. Leggi tutto “La discriminazione verso la disabilità ai tempi del “Giorno della memoria” – 2″

Abbiamo toccato le stelle di Riccardo Cazzaniga: storie di campioni che hanno cambiato il mondo

di Valentina Caradonna

Lunedì 13 Maggio, al Salone Internazionale del Libro di Torino, è stato presentata l’opera di Roberto Gazzaniga  “Abbiamo toccato le stelle”. Il libro, sia per ragazzi sia per adulti, parte dall’idea di mettere insieme venti storie di campioni e campionesse che, attraverso lo sport, hanno affrontato lotte contro le discriminazioni razziali. Tutte vite che raccontano vari aspetti importanti dell’essere umano: disabilità, coraggio, amicizia, diritti delle donne, migrazioni.  Leggi tutto “Abbiamo toccato le stelle di Riccardo Cazzaniga: storie di campioni che hanno cambiato il mondo”

EDITORIALE DEL DIRETTORE: 8 marzo e disabilità, le donne al centro

8 marzo: colori, riflessioni, impegno e frivolezze si alterneranno ad un ritmo vorticoso, in una giornata al cui centro si staglierà la figura della donna, una centralità ormai acclarata e non solo ad uso di celebrazioni e ricorrenze. Come assodata consuetudine, il mondo social, sarà protagonista, proponendo attente riflessioni e assordanti banalità, bisognerà sapersi barcamenare in questa labile dead line. Un’occasione per fissare nell’agenda dell’8marzo un tema importante – la disabilità al femminile Leggi tutto “EDITORIALE DEL DIRETTORE: 8 marzo e disabilità, le donne al centro”

L’autore del cartello di Carugate scrive una lettera di scuse a LEDHA

Nei giorni scorsi l’associazione ha ricevuto una lettera di scuse da parte dell’uomo che ha affisso un cartello con gravi insulti a una persona con disabilità nel parcheggio di un centro commerciale. Per LEDHA questa missiva rappresenta un passo avanti, ma non è stato possibile contattare l’autore per organizzare un incontro “de visu”. Leggi tutto “L’autore del cartello di Carugate scrive una lettera di scuse a LEDHA”

Le condanne morali non bastano più

«Crediamo che insieme alle battaglie culturali per la piena inclusione e le pari opportunità, servano anche decise azioni legali contro gli autori di questi gesti odiosi. Condannare, infatti, non basta, né bastano le scuse: dobbiamo far sì che la legge contro le discriminazioni cominci a funzionare da deterrente contro l’inciviltà»: così Nazaro Pagano, presidente dell’ANMIC, commenta l’avvilente caso di inciviltà che in una nota “strada del lusso” di Milano, ha visto il proprietario di una Ferrari trattare a male parole e a quanto pare anche colpire il padre di un ragazzo con grave disabilità. Leggi tutto “Le condanne morali non bastano più”

Niente più “Giulie”, niente più discriminazioni in ospedale

«Constatiamo con tristezza – dichiara Luigi Vittorio Berliri, presidente della Cooperativa Sociale Spes contra Spem, commentando un episodio di discriminazione vissuto in un nosocomio romano da una donna con disabilità – che nei nostri ospedali prevale ancora l’impreparazione culturale nei confronti della disabilità. Invitiamo quindi quella struttura ad adottare la Carta dei Diritti delle Persone con Disabilità in Ospedale, non solo per risarcire del torto subito Giulia, protagonista della vicenda, ma per evitare situazioni analoghe a tutte le “Giulie” che arriveranno». Leggi tutto “Niente più “Giulie”, niente più discriminazioni in ospedale”