Venerdì (in)Versi – Ali

paesaggio collinare con boschi e cielo nuvoloso

di Beatrice Condorelli

ALI

Agli incontri belli,
a chi rivedi dopo anni
e di te si ricorda.
Ai nuovi inizi.
Alla voglia di vita
di questo istante,
in questo nostro
scambio di sguardi.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Ai legami indissolubili

di Beatrice Condorelli

AI LEGAMI INDISSOLUBILI

E sarai ovunque…
Così irraggiungibile
per i miei occhi,
inseparabile però
dalla mia mente.
Tempo che scandisce
i battiti del mio cuore.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Intima

Di Beatrice Condorelli

INTIMA

Mani tese o pugni chiusi?
Forse,
ci vogliono entrambi qui.
E sorridere,
emozionarsi davvero.
Costruire la compattezza
delle nostre, riservate profondità.
Abbracciarsi.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Traccia

Di Beatrice Condorelli

TRACCIA

Esiste in noi una traccia
nel presente e per il futuro,
del passato l’indelebile.
La nostra mano che impugna,
ad ognuno i suoi fogli di vita.
Senza mai cancellare,
sapere però di poter scrivere.
Senza mai dimenticare
accorgersi di poter decidere.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Mia melodia

Di Beatrice Condorelli

MIA MELODIA

Come una carezza invisibile,
una melodia soltanto per me.
Come la voglia di sorridere
e danzare nel vento…
Di comunque tenermi ancorata.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Come fiori, le parole

Di Beatrice Condorelli

COME FIORI, LE PAROLE

Fiori sono
e possono sbocciare,
essere preziosità.
Le parole,
le nostre parole
da dove nascono?
Dove passano
prima d’esser dette?
Vorrei che fossero
ragionevolezza,
che mai si scordassero
di attingere dal cuore.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – D’unicità

Di Beatrice Condorelli

D’UNICITÀ

Unicità non come dicono,
scoprendola di sé
con ben poca meraviglia.
No, non può essere
se non prima di tutto rabbia,
smarrimento e dolore.
Unicità, neppure destinazione,
ricerca e costante volontà
in un difficile cammino.
Unicità che molto pesa,
che di un sentire
è il non potergli sfuggire.
Nel tempo insegna
a poter veramente scegliere,
ad essere, nonostante tutto.
Unicità che è occasione,
quotidiano nostro costruire
d’incomparabile bellezza!

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Incanto

Di Beatrice Condorelli

INCANTO

Resto
sola con te.
Soffio di vento
tra i miei capelli.
Conscia armonia
col mondo.
Lento respiro.

Al prossimo appuntamento di “Venerdì (in)Versi”.
Abbracci poetici!

Venerdì (in)Versi – Appuntamento con il buio

Di Beatrice Condorelli

APPUNTAMENTO CON IL BUIO

Notte che sei in ascolto
di tutti i miei pensieri,
che curiosa ti fai strada
tra le mie emozioni.
Notte di tiepido vento
sulla mia pelle ad avvolgermi.
Un brivido poi mi fai sentire,
la paura e la voglia di un
tocco delicato, di un contatto.
Notte qui, ad attendermi,
come ogni notte
a sussurrare, tessere il senso.
Tra le mie domande,
con le tue segrete risposte.